La Gioia del Vangelo

calendar

mercoledì 27 ottobre 2021

Mercoledì della XXX settimana del tempo ordinario
image of day
Dal Vangelo secondo Luca 13,22-30
In quel tempo, Gesù passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme. Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?». Disse loro: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: "Signore, aprici!". Ma egli vi risponderà: "Non so di dove siete". Allora comincerete a dire: "Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze". Ma egli vi dichiarerà: "Voi, non so di dove siete. Allontanatevi da me, voi tutti operatori di ingiustizia!". Là ci sarà pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio, voi invece cacciati fuori. Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. Ed ecco, vi sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi».
Commento
Se sai che una persona a cui vuoi veramente bene ha un bisogno non stai lì a fare calcoli, ti fai in mille per dargli ciò che gli serve e anche di più. Il Signore ci tiene così tanto a noi, a ciò che siamo e facciamo, che non solo non ha esitato a donarci tutto di sé pagando un prezzo altissimo per la nostra salvezza, ma ci mette anche in guardia perché sa quanto facilmente perdiamo di vista l'essenziale per inseguire "bolle di sapone", che non ci porteranno alla vera gioia. La porta stretta mi richiama la profondità del cuore e l'entrare in relazione intima con Lui diventa la condizione indispensabile per raggiungere la meta. Puoi anche sapere tantissime cose di una persona, ma fino a quando non entri in relazione profonda con lei non puoi dire di conoscerla veramente. E poi lo sappiamo che "l'amore o trova uguali o fa uguali"... Quindi se Lui è l'unica via che conduce alla salvezza, come posso prescindere da una conoscenza autentica? Come posso pensare di far miei i suoi desideri e i suoi atteggiamenti se non mi immergo nella Sua Luce? Se non rimango con Lui dove trovo la forza per seguirlo e fare la Sua Volontà?

Oggi voglio dedicare un po' di tempo per stare in Sua compagnia e lasciarmi ammaestrare da Colui che desidera condurmi alla fonte della vera gioia.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo
Condividilo sui Social

Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: