La Gioia del Vangelo

mercoledì 21 aprile 2021

Mercoledì della III settimana di Pasqua
Dal Vangelo secondo Giovanni 6,35-40
In quel tempo, disse Gesù alla folla: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai! Vi ho detto però che voi mi avete visto, eppure non credete. Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell'ultimo giorno. Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno».
Commento
“Chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai!”

Gesù in questo passo del Vangelo parla dei nostri bisogni primari, quelli che ci accomunano e che ci portiamo dietro dal momento della nascita: nutrirci e dissetarci, infatti senza cibo e senz'acqua moriremmo. Quindi, umanamente parlando, possiamo dire che sono le nostre fonti di vita terrena eppure… Eppure non bastano queste cose a renderci felici, non bastano a saziare il nostro vuoto e la nostra fame, abbiamo fame di senso e di amore che non riusciamo mai fino in fondo a colmare, proprio perché probabilmente rivolgiamo le nostre domande di senso alle cose terrene e materiali o a relazioni che, per quanto profonde siano, sono sempre umane e non riusciranno mai a colmare il nostro bisogno infinito di amore.

Dio non è distante dalla nostra vita, ma piuttosto cammina con noi, nei momenti di gioia e in quelli di sofferenza ed è pronto a dissetarci e sfamarci di senso se solo glielo consentiamo, così come è pronto a donarci la vera Vita, quella che non potrà mai avere fine;  al di là di ogni stortura o sofferenza siamo stati creati per la Vita non per la morte, e ogni volta che me lo dimentico cerco di ricordarlo leggendo queste parole pronunciate da Gesù: "questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell'ultimo giorno.”

Oggi cerco di prestare attenzione a ciò che ritengo riempia di senso la mia vita.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo
Condividilo sui Social

Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: