La Gioia del Vangelo

calendar

mercoledì 15 settembre 2021

Beata Vergine Maria Addolorata
image of day
Dal Vangelo secondo Giovanni 19,25-27
In quel tempo, stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell'ora il discepolo l'accolse con sé.
Commento
Oggi, festa dell’Addolorata, il vangelo ci presenta Maria, madre di Gesù, il discepolo amato e le donne, insieme ai piedi della Croce. La madre qui insieme al figlio, in piedi. Donna forte la Madre, presenza silenziosa che appoggia il figlio nel suo dono fino alla morte in croce. Di Maria il nuovo testamento parla poco, e lei stessa dice ancora meno. Maria è la Madre del silenzio. La Bibbia conserva appena sette parole di Maria. Ognuna di esse è come una finestra che permette uno sguardo dentro la sua casa per scoprire come era il suo rapporto con Dio: "Come può avvenire ciò se non conosco uomo!"; "Ecco la serva del Signore, si faccia in me secondo la tua parola!"; "L’anima mia glorifica il Signore, esulta il mio spirito in Dio mio Salvatore!"; "Figlio mio, perché ci hai fatto così? Ecco, tuo padre ed io angosciati ti cercavamo"; "Non hanno più vino!"; "Fate tutto ciò che vi dirà!"; e infine il silenzio ai piedi della Croce, più eloquente di mille parole!

Nella Pietà di Michelangelo, Maria sembra molto giovane, più giovane del figlio crocifisso, quando in realtà doveva avere per lo meno una cinquantina di anni. Chiestogli perché aveva scolpito il volto di Maria da giovane, Michelangelo rispose: “Le persone appassionate di Dio non invecchiano mai!”. Maria, appassionata di Dio! C’è in me questa passione per Dio? 

Oggi mi fermo a guardare la mia storia personale partendo dall’incontro con Gesù; individuo e scrivo le sette parole che dicono la mia passione-amore per Dio.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo
Condividilo sui Social

Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: