La Gioia del Vangelo

calendar

martedì 23 novembre 2021

Martedì della XXXIV settimana del tempo ordinario
image of day
Dal Vangelo secondo Luca 21,5-11
In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio, che era ornato di belle pietre e di doni votivi, Gesù disse: «Verranno giorni nei quali, di quello che vedete, non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta». Gli domandarono: «Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?». Rispose: «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: “Sono io”, e: “Il tempo è vicino”. Non andate dietro a loro! Quando sentirete di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine». Poi diceva loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo.
Commento
Gesù si trova a Gerusalemme, negli atri del Tempio e si avvicina il momento della passione. Mentre c'è chi tergiversa sull'esteriorità delle cose (le belle pietre del tempio) Gesù richiama alla sostanza "perché le pietre non rimarranno", ammonisce. E risponde ai "quando" e ai "quale segno" con un linguaggio forte: "non lasciatevi ingannare", "non vi terrorizzate...ci saranno segni", "non è ancora la fine". Ho riletto tante volte questo Vangelo e mi sono resa conto che Gesù, più che dirci "la fine" ci ricorda "il fine".

Ed infatti le parole che usa risultano universali e sono vere per me oggi. Mi arrivano nel quotidiano, mentre vivo nella Chiesa. Ma quando? Come? Mentre sono in attesa della venuta del Signore nella gloria. Alla paura della fine del mondo e della morte, Gesù risponde offrendomi la possibilità di una vita che si lascia guidare dalla fiducia nel Padre, in un atteggiamento d'amore che ha già vinto la morte.

Allora oggi mi chiedo: in che modo aspetto il ritorno del Signore mentre infuriano sulla terra terremoti, carestie e pestilenze? Dove è rivolto il mio sguardo?
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo
Condividilo sui Social

Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: