La Gioia del Vangelo

calendar

sabato 25 settembre 2021

Sabato della XXV settimana del tempo ordinario
image of day
Dal Vangelo secondo Luca 9,43-45
In quel giorno, mentre tutti erano ammirati di tutte le cose che faceva, Gesù disse ai suoi discepoli: «Mettetevi bene in mente queste parole: il Figlio dell'uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini». Essi però non capivano queste parole: restavano per loro così misteriose che non ne coglievano il senso, e avevano timore di interrogarlo su questo argomento.
Commento
Mi fa impressione sentire queste parole, in cui Gesù dice di stare per essere consegnato nella mani degli uomini. È un discorso che preannuncia violenza e che fa già immaginare cosa succederà. A differenza dei discepoli, per me che ho letto e ascoltato decine e decine di volte i passaggi del Vangelo che parlano della passione di Gesù, quello che Lui ha appena detto, in fondo, non è una sorpresa. Tuttavia, mi interrogo su cosa possano significare per me oggi queste parole. Se osservo attentamente il suo comportamento, mi accorgo che Gesù non voleva essere consegnato agli uomini per un suo interesse o un suo piacere, ma ha detto di sì a questa ingiustizia per un amore più grande. È stato capace di guardare oltre quel gesto.

Anche io a volte mi sento consegnato come Gesù, non libero di fare quello che voglio, specialmente in questo periodo in cui ci sono più vincoli. Se, però, interpreto queste regole come la richiesta di un gesto d'amore verso il prossimo, quello che devo fare mi viene più semplice: dare un significato importante a quello che faccio o non faccio (ossia salvaguardare il bene della mia famiglia e della collettività) mi aiuta ad accettare meglio la situazione. Anche io devo guardare oltre le disavventure o le ingiustizie che quotidianamente mi pare di subire.

Oggi, quando mi viene chiesto di fare qualcosa che non ho voglia di fare o mi viene assegnato un compito che non vorrei eseguire, lo accetto con un sorriso.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo
Condividilo sui Social

Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: