La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 27 febbraio 2020

Giovedì dopo le ceneri

image of day
Dal Vangelo di Luca 9,22-25
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Il Figlio dell’uomo deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno». Poi, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà. Infatti, quale vantaggio ha un uomo che guadagna il mondo intero, ma perde o rovina se stesso?».
Commento
Quanto pesa la mia croce di ogni giorno? È umano cercare di evitare il dolore, la fatica e le difficoltà. È quasi un istinto alla preservazione che porta a non mettersi in gioco, perché la prossima occasione che mi si presenterà potrebbe essere migliore di quella di oggi. Al contrario mia madre mi dice che una mamma ogni giorno sceglierebbe di dare la vita per i propri figli. E non fatico a crederlo: fin da piccolo ogni giorno mi ha accudito, dedicato tutta sé stessa senza riserve, spesso ha dovuto faticare e soffrire. Ogni giorno io sono stato presente e ho avuto bisogno di lei, sono stato la sua gioia e la sua croce. Dammi la forza di una madre, Signore, per portare la mia croce quotidiana con gioia senza fuggire alle mie responsabilità e per mettermi in gioco oggi, anche se costa sofferenza. Solo così la mia vita può prendere sapore e da essa può scaturire gioia. Oggi provo a portare a termine uno dei miei compiti di tutti i giorni con il sorriso, offrendo la mia fatica al Signore.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: