La Gioia del Vangelo

calendar

lunedì 06 aprile 2020

Lunedì della Settimana Santa

image of day
Dal Vangelo di Giovanni 12,1-11
Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Làzzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. E qui fecero per lui una cena: Marta serviva e Làzzaro era uno dei commensali.
Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo.Allora Giuda Iscariòta, uno dei suoi discepoli, che stava per tradirlo, disse: «Perché non si è venduto questo profumo per trecento denari e non si sono dati ai poveri?». Disse questo non perché gli importasse dei poveri, ma perché era un ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro.Gesù allora disse: «Lasciala fare, perché ella lo conservi per il giorno della mia sepoltura. I poveri infatti li avete sempre con voi, ma non sempre avete me».Intanto una grande folla di Giudei venne a sapere che egli si trovava là e accorse, non solo per Gesù, ma anche per vedere Làzzaro che egli aveva risuscitato dai morti. I capi dei sacerdoti allora decisero di uccidere anche Làzzaro, perché molti Giudei se ne andavano a causa di lui e credevano in Gesù.
Commento
Proprio durante la cena Maria va da Gesù e gli lava i piedi; si mette al suo servizio; mette il Signore al centro della sua attenzione e della sua vita, in questo anticipo di giovedì Santo. Cristo, Messia, significa "unto del Signore". Maria unge Gesù, lo riconosce e dice a tutti, non con le parole, ma col cuore, che Gesù è il Messia, è la Salvezza, è Dio.

E la casa si riempie. La casa come luogo degli affetti, del cuore (soprattutto ora che ci troviamo a viverla più da vicino, con le restrizioni di questo periodo!), si riempie dell'aroma di quel profumo, il profumo dell'amore.Ogni volta che facciamo esperienza d'amore il cuore si riempie di quella fragranza che ci rimane dentro a lungo.Giuda non capisce o forse non viene toccato da questo gesto, lo definisce uno spreco. Ma Gesù dice chiaro: "lasciala fare".Ogni volta che ci prestiamo ad un gesto d'amore, Gesù interviene, apre la strada e supera per noi gli ostacoli. "Lasciala fare", dice alla parte egoista e "tirchia" che abita in noi. Lasciale compiere il suo gesto d'amore.Quando facciamo qualcosa con amore riconosciamo che Gesù è il Cristo, il Salvatore, il Re. E ne diventiamo veicolo e strumento.

Oggi preghiamo che il Signore ci doni "le mani bucate" dall'amore. Come le Sue sulla croce.Sono capace di gratuità? sono capace di sostituire le belle parole con gesti autentici?
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: