La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 09 aprile 2020

Giovedì della Settimana Santa

image of day
Dal Vangelo secondo Giovanni 13,1-15
Prima della festa di Pasqua, Gesù, sapendo che era venuta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine. Durante la cena, quando il diavolo aveva già messo in cuore a Giuda, figlio di Simone Iscariota, di tradirlo, Gesù, sapendo che il Padre gli aveva dato tutto nelle mani e che era venuto da Dio e a Dio ritornava, si alzò da tavola, depose le vesti, prese un asciugamano e se lo cinse attorno alla vita. Poi versò dell’acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l’asciugamano di cui si era cinto. Venne dunque da Simon Pietro e questi gli disse: «Signore, tu lavi i piedi a me?». Rispose Gesù: «Quello che io faccio, tu ora non lo capisci; lo capirai dopo». Gli disse Pietro: «Tu non mi laverai i piedi in eterno!». Gli rispose Gesù: «Se non ti laverò, non avrai parte con me». Gli disse Simon Pietro: «Signore, non solo i miei piedi, ma anche le mani e il capo!». Soggiunse Gesù: «Chi ha fatto il bagno, non ha bisogno di lavarsi se non i piedi ed è tutto puro; e voi siete puri, ma non tutti». Sapeva infatti chi lo tradiva; per questo disse: «Non tutti siete puri». Quando ebbe lavato loro i piedi, riprese le sue vesti, sedette di nuovo e disse loro: «Capite quello che ho fatto per voi? Voi mi chiamate il Maestro e il Signore, e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i piedi a voi, anche voi dovete lavare i piedi gli uni agli altri. Vi ho dato un esempio, infatti, perché anche voi facciate come io ho fatto a voi».
Commento
Al centro di questo brano non ci sono le parole di Gesù sul pane, ma un gesto e un verbo. Il gesto della lavanda dei piedi e il verbo amare. Un amore che molto concretamente è: alzarsi da tavola, deporre le vesti, cingersi, versare acqua e lavare, asciugare, rivestirsi, rimettersi a tavola.Lavare i piedi è un gesto che esprime premura, dedizione e rispetto.In questo periodo così difficile abbiamo sentito parlare di tante persone: medici, infermieri, volontari e tanti altri grazie ai quali abbiamo sperimentato un gesto di amore vissuto nell'intimità della famiglia e della casa da cui spesso si è portati via.Perché i piedi? Sotto la pianta dei piedi di solito è archiviata la strada che uno ha fatto. I piedi sono il simbolo di tutto quello che percorriamo con la nostra vita. Lavarli, significa liberarsi di tutta quella “terra” che ci è rimasta attaccata addosso.Come non fermarsi a contemplare questo gesto di Gesù che ha suscitato le proteste di Pietro, perché giustamente alle persone che ami vorresti sempre dare il meglio, ma invece chi ti ama ha una particolare predilezione per il tuo peggio.E se non consegniamo il nostro peggio a Chi ci ama, allora non possiamo nemmeno sedere a tavola. Sono disposto a farmi amare così?

Oggi mi impegno a “lavare i piedi” di chi è in casa con me.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: