La Gioia del Vangelo

calendar

venerdì 22 maggio 2020

Venerdì della VI settimana di Pasqua

image of day
Dal Vangelo secondo Giovanni 16,20-23
In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:
«In verità, in verità io vi dico: voi piangerete e gemerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete nella tristezza, ma la vostra tristezza si cambierà in gioia.La donna, quando partorisce, è nel dolore, perché è venuta la sua ora; ma, quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più della sofferenza, per la gioia che è venuto al mondo un uomo. Così anche voi, ora, siete nel dolore; ma vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno potrà togliervi la vostra gioia. Quel giorno non mi domanderete più nulla».
Commento
Gesù ci offre, attraverso similitudini, un differente punto di vista della sofferenza: un guardare oltre al male necessario, ma che non sempre comprendiamo o ci è dato di capire, per preparare il terreno ad una felicità più grande.Con poche parole il Signore ci spiazza invitandoci a sfidare e comprendere il dolore e ci consiglia di affrontarlo con il cuore di chi ha la certezza che solo attraverso la morte si giunge alla vita eterna. Parole forti, ma che possono risultare addirittura insopportabili nel periodo che stiamo attraversando, soprattutto per chi ha smesso di credere nella gioia dopo la sofferenza.Cristo è tagliente: riesce a metterci a nudo, a rivoltare la nostra vita con una parola e con un cenno ci chiede di rinunciare a tutto per Lui. Con la semplicità con la quale ci invita ad affrontare il dolore; Gesù ci indica, in questo passo del Vangelo, con una chiarezza straordinaria,  dove trovare conforto mentre le tenebre ci avvolgono: “Se chiederete qualche cosa al Padre nel mio nome, egli ve la darà”.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: