La Gioia del Vangelo

calendar

sabato 15 agosto 2020

Assunzione della beata Vergine Maria

image of day
Dal Vangelo secondo Luca 1,39-56
In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda.
Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo.Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».Allora Maria disse:«L’anima mia magnifica il Signoree il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,perché ha guardato l’umiltà della sua serva.D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotentee Santo è il suo nome;di generazione in generazione la sua misericordiaper quelli che lo temono.Ha spiegato la potenza del suo braccio,ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;ha rovesciato i potenti dai troni,ha innalzato gli umili;ha ricolmato di beni gli affamati,ha rimandato i ricchi a mani vuote.Ha soccorso Israele, suo servo,ricordandosi della sua misericordia,come aveva detto ai nostri padri,per Abramo e la sua discendenza, per sempre».Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua.
Commento
Maria, mi piace la tua visita a Elisabetta, correre da lei sa di umano…sa di relazioni, di cui abbiamo tanto bisogno, relazioni vere. In un momento così particolare della tua vita hai avuto bisogno e hai sentito la necessità di andare da tua cugina e condividere un evento così importante per una donna: una maternità davvero speciale!!Questo mi solleva un po’ e mi dice che non siamo soli, che le nostre scelte seppur faticose trovano conforto, sostegno e aiuto nelle relazioni…e quanto ne abbiamo sentito la necessità nel periodo trascorso!Maria, sei un esempio di gioia, speranza, fede, fiducia, integrità e ci insegni, in questo mondo del “prima io”, quanto è bello donarsi per amore vero, non avere paura di essere umili, di servire e di amare come Lui ci ha insegnato. L’umiltà di portare avanti un grande progetto: conosci la tua meta e la persegui anche se immagino con fatica, ma sempre con coraggio!

Allora in questa festa dell’Assunta ti chiedo di aiutarci ad essere umili, di fermarci e guardare un po’ la nostra vita, le nostre scelte e con coraggio aiutarci a camminare verso l’Amore che Tu e Gesù ci avete mostrato con il dono delle vostre vite…l’Amore vero fatto di esempi di vita.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: