La Gioia del Vangelo

calendar

sabato 12 dicembre 2020

Sabato della II settimana di Avvento

image of day
Dal Vangelo secondo Matteo 17, 10-13
Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?». Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Così anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire per opera loro». Allora i discepoli compresero che egli parlava loro di Giovanni il Battista.
Commento
Gesù, Pietro, Giacomo e Giovanni sono appena scesi dal monte Tabor dove è avvenuta la trasfigurazione. Gli apostoli, senza più dubbi, chiedono a Gesù: "ma se è così lampante e chiaro che sei Tu il Messia, perché gli scribi insistono che egli deve essere preceduto dal profeta Elia?". Gesù in poche parole spiega a loro, e a me oggi, che ci sono un sacco di modi per respingerlo, pur pensando di essere nel giusto come quegli scribi che mettevano le scritture davanti a tutto. Ma con gli occhi fissi sul libro rischiano di non vedere lo Sposo già presente. Facciamo attenzione anche noi a vegliare più che mai, per riconoscere non Elia, ma il Signore che abita in mezzo a noi,  e viene a visitarci anche in ogni fratello bisognoso della nostra presenza.

Oggi mi impegno ad avere atteggiamenti accoglienti con chi mi sta accanto, senza far prevalere il fastidio quando gli altri mi distraggono dai miei progetti.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: