La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 11 febbraio 2021

Giovedì della V settimana del Tempo Ordinario

image of day
Dal Vangelo secondo Marco 7, 24-30
In quel tempo, Gesù andò nella regione di Tiro. Entrato in una casa, non voleva che alcuno lo sapesse, ma non poté restare nascosto. Una donna, la cui figlioletta era posseduta da uno spirito impuro, appena seppe di lui, andò e si gettò ai suoi piedi. Questa donna era di lingua greca e di origine siro-fenicia. Ella lo supplicava di scacciare il demonio da sua figlia. Ed egli le rispondeva: «Lascia prima che si sazino i figli, perché non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». Ma lei gli replicò: «Signore, anche i cagnolini sotto la tavola mangiano le briciole dei figli». Allora le disse: «Per questa tua parola, va’: il demonio è uscito da tua figlia». Tornata a casa sua, trovò la bambina coricata sul letto e il demonio se n’era andato.
Commento
“Entrato in una casa, voleva che nessuno lo sapesse, ma non potè restare nascosto”.
Mi colpisce molto questo nascondersi di Gesù. Forse perché anch’io, a volte, ho l'impressione che Lui abbia preso le distanze dalla mia vita, che se ne sia allontanato. Questo senso di abbandono dev'essere stato lo stesso sentimento che ha portato la donna siro-fenicia a “stanare” Gesù, nonostante tutta la sua volontà di segretezza. In quel momento di grande fragilità e dolore, questa donna è portata a sprigionare un amore ancora più grande per la propria figlioletta, che si traduce in ricerca profonda, umile ed insistente. Gesù, come da consuetudine del suo popolo, sembra prendere ancora di più le distanze perché lei è donna e per di più straniera e pagana. La priorità della sua venuta è per i figli eletti del popolo d’Israele, non per i pagani considerati dagli Ebrei come i cani. La donna avrebbe potuto offendersi ed andarsene, invece risponde con una stupenda professione di fede nella sovrabbondanza della grazia divina, della quale basta una briciola per salvare il mondo intero.
Come per la siro-fenicia, Gesù, con il suo distanziarsi, vuole provocare in me quel desiderio che fa intraprendere vie nuove, aguzzare l’ingegno e rende audace l'amore.
I momenti di fragilità tendono ad allontanarmi da Dio o ad accendere ancor di più il desiderio di Lui?

Oggi prego l’Adoro Te devote di San Tommaso, una meravigliosa preghiera nata dalla contemplazione di Gesù “nascosto” nell’Eucaristia.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: