La Gioia del Vangelo

calendar

mercoledì 10 marzo 2021

Mercoledì della III settimana di Quaresima

image of day
Dal Vangelo secondo Matteo 5,17-19
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli».
Commento
Troviamo Gesù che è appena sceso dal monte delle beatitudini, dove dice cose davvero forti e a tratti sconvolgenti. Eppure poco dopo ribadisce: non sono venuto per abolire, ma per dare compimento. Come se non avesse appena ribaltato tutto l'antico concetto dell’ "occhio per occhio". Dare compimento. Questa parola mi piace perché mi fa pensare a qualcosa che si riempie, che è piena fino all'orlo. Gesù mi dice che viene a portare pienezza e abbondanza nella mia vita, che niente andrà perso, su questa terra, finché dureranno i cieli e la terra. Pienezza e abbondanza in quella Legge che era diventata pesante e ingombrante, per tornare ad essere indicazione di come trovare la felicità.
“Non uno iota”, dice, altra parola che mi piace. Significa "lettera dell'alfabeto" ma anche "cosa da niente". Niente, non una parola né la più piccola cosa passerà da questa terra senza essere riempita. Gesù mi aiuta a fare un bagno di umiltà con questo brano: quando penso di essere io a portare luce, a portare la verità, in realtà è Lui che arriva dove io non sogno nemmeno. È Lui che riempie, che compie, che fa vivere. A me non resta che fidarmi e affidarmi.

Sono capace a sera, di rimettere tutto il mio operato nelle sue mani? Di chiedermi se ciò che faccio, lo faccio guardando a Lui o se invece ci sono io al centro?

Oggi mi impegno a mettere da parte le mie necessità, per far spazio a quelle degli altri. Oggi sarò servo per amore.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: