La Gioia del Vangelo

calendar

venerdì 30 luglio 2021

Venerdì della XVII settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo secondo Matteo 13,54-58
In quel tempo Gesù, venuto nella sua patria, insegnava nella loro sinagoga e la gente rimaneva stupita e diceva: «Da dove gli vengono questa sapienza e i prodigi? Non è costui il figlio del falegname? E sua madre, non si chiama Maria? E i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda? E le sue sorelle, non stanno tutte da noi? Da dove gli vengono allora tutte queste cose?». Ed era per loro motivo di scandalo. Ma Gesù disse loro: «Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria e in casa sua». E lì, a causa della loro incredulità, non fece molti prodigi.
Commento
Confesso che questo brano mi fa sentire tutta la doppiezza del mio cuore. Infatti da una parte mi fa ardere dal desiderio di essere diversa da quei familiari di Gesù, che non solo si stupiscono ascoltandolo, ma addirittura si scandalizzano di Lui, vergognandosi. Vorrei tanto poter essere per Gesù non solo una dei tanti discepoli, ma una di famiglia. Dall'altra parte del cuore, sento che non sono poi così diversa da quei familiari troppo preoccupati che Gesù rovini la loro reputazione in paese, piuttosto che occupati a lasciarsi cambiare il cuore dal Suo insegnamento. Anche per me è difficile riconoscere che Gesù è il Signore quando viene nelle piccole cose della quotidianità, quando si fa incontro nei miei familiari, nei miei colleghi, nei miei vicini. Come loro spesso credo che la potenza dell'Amore di Dio debba manifestarsi in grande, non certo nelle cose piccole, nelle relazioni quotidiane o in discorsi semplici come le parabole. Ma ve lo immaginate un teologo che usa favolette? Mi pare sempre troppo poco per essere da Dio. Sì! Anche il mio cuore sente e grida lo scandalo: lo scandalo "dell'inaspettato di Dio”!. Ti abbiamo immaginato Re glorioso e trionfante, mentre Tu sei nato piccolo, non in un palazzo ma in una stalla, non sotto i riflettori, ma al buio di una fredda notte e sei morto non da eroe ma da perdente.

Oggi ti riconosco in questo Tuo "essere inaspettato" dentro alla mia storia, piccola e fragile, ma resa grande dalla Tua discreta e quotidiana Presenza, che mi fai familiare di Dio.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: