La Gioia del Vangelo

calendar

domenica 03 ottobre 2021

XXVII domenica del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo secondo Marco 10,2-16
In quel tempo, alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, domandavano a Gesù se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. Ma egli rispose loro: "Che cosa vi ha ordinato Mosè?". Dissero: "Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla". Gesù disse loro: "Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall'inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina; per questo l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l'uomo non divida quello che Dio ha congiunto". A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento. E disse loro: "Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra, commette adulterio verso di lei; e se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio". Gli presentavano dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. Gesù, al vedere questo, s'indignò e disse loro: "Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso". E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro.
Commento
"I due diventeranno una carne sola". Quante volte ho letto questo brano di Vangelo, ma lo consideravo sempre marginale, sembrava non potesse dirmi proprio niente, non avevo ancora una compagna di vita e desideravo in cuor mio ardentemente la persona che potesse sollevarmi da terra per ridare un senso alla mia quotidianità così grigia e vuota. È proprio vero quello che si dice, che l’Amore arriva proprio quando meno te lo aspetti. Sì perché, qualsiasi vocazione abbiamo, sentiamo l'esigenza di pregare il Signore affinché possiamo donarci a qualcuno proprio per come siamo, sperando di essere amati da chi desideriamo possa condividere il nostro cammino di vita, chiunque sia. Tutto ha un senso, nulla succede per caso e Dio sa, mi conosce nel profondo, mi parla anche attraverso la persona che amo e che ha voluto destinare al mio fianco. Vivo in un periodo di fidanzamento, di conoscenza reciproca, ma è anche vero che non c’è modo migliore per ringraziare il Signore, promettendoci Amore e gratitudine eterna davanti a Lui nella preghiera, ed un giorno anche nel sacramento del matrimonio. Porteremo a compimento l'opera che ha iniziato in noi. Da Lui tutto inizia e tutto continua, si realizza la gioia vera divenendo da due una carne sola, una nuova famiglia in Cristo. 

Oggi provo a ritagliarmi un po’ di tempo per ringraziare il Signore, affidando a Lui la mia relazione ed i tanti sogni e progetti che ho nel cuore.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: