La Gioia del Vangelo

calendar

mercoledì 06 ottobre 2021

Mercoledì della XXVII settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo secondo Luca 11,1-4
Gesù si trovava in un luogo a pregare; quando ebbe finito, uno dei suoi discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli». Ed egli disse loro: «Quando pregate, dite: Padre, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno; dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano, e perdona a noi i nostri peccati, anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitore, e non abbandonarci alla tentazione».
Commento
“Signore, insegnaci a pregare”. Vorrei iniziare da questa richiesta di uno degli apostoli. Gesù infatti si mette in ascolto poiché l’apostolo chiede. E chiede bene. Chiede la via. La modalità. Senza indugio Gesù risponde. Quando pregate dite “Padre”. Che potenza in questo nome. E quanta Grazia e quanto Bene sottintende questa parola. Anzitutto invocare il Padre significa potersi riconoscere come figli. Non servi ma figli. Donati a Qualcuno, appunto, al Padre, Figli di un legame. Non abbandonati a noi stessi e al nostro destino. Siamo quindi un dono di Dio. Gesù ce ne dà consapevolezza invitandoci a pregare in questo modo. Perché dire “Padre” significa poter sperare, poter chiedere, poter riporre la fiducia in qualcuno che non tradisce. In Qualcuno che si “prende responsabilità” della mia vita di figlio, che mi ha pensato, amato, creato, custodito. Io sono, esisto perché sono in relazione a Qualcuno. Voglio essere figlio di Dio? Invoco e proclamo la parola Padre. E benedico il Suo nome. Come qualcosa di prezioso, di sacro. Di vivo. Di Eterno. Invoco la venuta del Suo Regno che è un regno di amore. Padre provvedi a noi, e perdonaci l’amore che manchiamo e donacelo, così che anche noi possiamo dare amore in dono a chi ne è in debito con noi.

Oggi mi chiedo: come invoco il Padre? Mi rivolgo a Lui? Ho paura? Sono sfiduciato? E continuo a invocare il Suo nome.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: