La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 18 novembre 2021

Giovedì della XXXIII settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo secondo Luca 19,41-44
In quel tempo, Gesù, quando fu vicino a Gerusalemme, alla vista della città pianse su di essa dicendo: «Se avessi compreso anche tu, in questo giorno, quello che porta alla pace! Ma ora è stato nascosto ai tuoi occhi. Per te verranno giorni in cui i tuoi nemici ti circonderanno di trincee, ti assedieranno e ti stringeranno da ogni parte; distruggeranno te e i tuoi figli dentro di te e non lasceranno in te pietra su pietra, perché non hai riconosciuto il tempo in cui sei stata visitata».
Commento
Piange il Signore. Piange di compassione, di stanchezza, di tristezza. La sua missione sta fallendo. Il Maestro piange sconfortato dalla tiepida accoglienza della città che uccide i profeti. Piange perché la sua Parola è manipolata, stravolta, ignorata. Gesù piange su Gerusalemme, oggi come allora: l’uomo non ha capito, non ha accolto, non ha voluto gioire del volto straordinario del Dio che Egli ha raccontato. Gerusalemme come noi, è troppo presa dal suo tempio per occuparsi delle cose di Dio. Gerusalemme come noi, è santa e lacerata, ha il cuore diviso ma amato da Dio. Gesù piange, come piange il genitore che vede il figlio sprofondare nelle difficoltà, come la sposa che si vede tradita, come il parroco che fatica tra la sua gente. Tu piangi su Gerusalemme, Signore, che, allora come oggi, non ha capito il tuo messaggio di pace... 

Nella preghiera di questa giornata, affidiamo le nostre lacrime al Signore; affidiamo il pianto di una persona amica che sta facendo fatica. Affidiamole con la certezza di essere amati, fino alle lacrime. 
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: