La Gioia del Vangelo

calendar

martedì 21 dicembre 2021

Martedì della IV settimana di Avvento

image of day
Dal Vangelo secondo Luca 1,39-45
In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell'adempimento di ciò che il Signore le ha detto».
Commento
Mi ricordo gli anni di università a Padova. Le lezioni finivano alle sedici e il mio treno per Bergamo partiva quaranta minuti dopo. Ma dovevo fare una decina di minuti a piedi fino al tram e ancora venti minuti per arrivare in stazione. Appena suonava la fine delle lezioni mi alzavo in piedi quasi scattando, salutavo velocemente e in fretta mi avviavo per la stazione. Il mio muovermi era segnato dall’ansia di perdere il treno. Al contrario l’alzarsi e andare in fretta di Maria è causato non da una preoccupazione ma da un desiderio: è talmente ricolma di gioia per quello che sta avvenendo in lei che non riesce a trattenere per sé l'annuncio che l'angelo le ha portato. Deve condividerlo, a partire da chi, come lei, ha accettato di far parte della stesso sogno di Dio. La gioia condivisa nuovamente mette in movimento: persino il piccolo che Elisabetta custodisce nel grembo scalcia al saluto di Maria. Mi chiedo se il mio mettermi in movimento quotidianamente è frutto di ansie e preoccupazioni o del desiderio di condividere con altri la gioia vera che porto in me.

Oggi voglio condividere una piccola gioia con una persona che incontro nella mia giornata.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: