La Gioia del Vangelo

calendar

domenica 26 giugno 2022

XIII domenica del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo di Luca 9,51-62
Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme e mandò messaggeri davanti a sé. Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l’ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio. Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada». E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo». A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Gli replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va’ e annuncia il regno di Dio». Un altro disse: «Ti seguirò, Signore; prima però lascia che io mi congedi da quelli di casa mia». Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che mette mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio».
Commento
Questo brano del Vangelo ci riporta all’infanzia: quante volte siamo stati rimproverati dal nostro papà per qualche marachella commessa o semplicemente per aver agito con poca coerenza rispetto a quanto detto? Mio padre, allora come oggi, mi rimprovera ancora quando “esco fuori dai binari” e non si tratta di una semplice ammonizione per l’errore commesso piuttosto di un insegnamento per farmi riflettere su ciò che conta veramente. Perché ancora oggi, nonostante ci metta impegno e buona volontà, mi capita di pensare in un modo e poi agire in tutt’altro e perdere così di vista l’obiettivo. Un po’ come avviene ai discepoli di questo brano di Vangelo: hanno buone intenzioni nel cercare di seguire Gesù ma non hanno ancora compreso che Gesù è venuto per portare la vita, senza condannare nessuno. Ogni giorno allora cerco sempre la strada migliore per seguire Gesù, chiedendo anche aiuto allo Spirito perché possa far vedere ai fratelli quello che ho nel cuore in maniera semplice e vera, senza perdere di vista l'obiettivo.


In questa giornata mi chiedo: sono disposto anch’io a seguire Dio senza preoccuparmi inutilmente di ciò che non serve? Sono consapevole del mio agire secondo la vita cristiana o mi lascio condizionare da ciò che mi circonda? Come impegno, stasera, invocherò lo Spirito per aiutarmi a comprendere i miei errori e rafforzare ciò che di buono ho fatto per gli altri.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: