La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 14 luglio 2022

Giovedì della XV settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo di Matteo 11,28-30
In quel tempo, Gesù disse: «Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».
Commento
Quante volte in momenti di particolare difficoltà, pensando a questo brano di Vangelo, tra me e me mi arrabbiavo con Gesù: "ma quale giogo leggero, se rischio di rimanere schiacciata dal peso della vita?". Gesù invece del mio "rimanere" sotto le macerie del cuore che a volte va in mille pezzi, mi propone di "andare" da Lui, nel momento della fatica, dell'oppressione che è schiacciamento, per trovarLo che cucina per me parole di vita. Come nell'ultimo capitolo di Giovanni, quando gli apostoli, schiacciati dalla tristezza, tornano alla vita di pescatori, e il Risorto li aspetta sulla riva con la griglia accesa arrostendo il pesce. Lui mi aspetta. Questa è la rivoluzione che devo attuare nel mio modo di relazionarmi con Lui. Mi aspetta per tirarmi su, perché nel momento in cui divento capace di chinare la testa, come fa il bue per infilare il giogo, di accettare pacificamente la Sua volontà, con totale abbandono perché credo davvero che Lui fa bene tutte le cose, allora ecco che si compie il miracolo e il giogo davvero diventa dolce, perché lo si porta con amore e fiducia, e il peso svanisce.

Oggi chino la testa e accetto che non tutto nella mia vita vada come dico io. Affido al Signore un fatto che mi fa soffrire e guardandolo negli occhi dico: "Sia come a Te piace, Signore".
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: