La Gioia del Vangelo

calendar

martedì 29 novembre 2022

Martedì della I settimana di Avvento

image of day
Dal Vangelo di Luca 10,21-24
In quella stessa ora Gesù esultò di gioia nello Spirito Santo e disse: «Ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio e nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, né chi è il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo». E, rivolto ai discepoli, in disparte, disse: «Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Io vi dico che molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono».
Commento
"Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete". Che bello sentire la soddisfazione di Gesù per coloro che fanno esperienza di Dio! Il Suo cuore di uomo, mosso dallo Spirito Santo, si apre alla preghiera esclamando: "Ti rendo lode o Padre". L'uomo con tutta la sua sapienza non può conoscere Dio; solo lo Spirito può farci entrare nel Suo mistero e ricevere la luce che dà senso ai nostri passi e non ci fa perdere l'orientamento anche nei momenti più oscuri (e di male oggi ne vediamo tanto). Crescendo facciamo l'esperienza drammatica e sublime che non è tutto in nostro potere, non tutto è nelle nostre mani, anzi possiamo prevedere e programmare ben poche cose. Ciò può portarci verso due destinazioni: l'ansia per l'inconsistenza di tutto o la fiducia smisurata in Colui che tiene in mano la sorte degli uomini e la mia e mi incoraggia a scegliere comunque la via dell'amore. Nel primo caso la vita si abbruttisce, nel secondo può sfociare nella speranza e nella gioia. I piccoli del Vangelo hanno poche certezze ma tanto desiderio di conoscere la via, la verità e la vita; sanno di non poter cambiare gli eventi, ma con la Sua forza si fidano e riescono pure a mettere una goccia di bene là dove l'uomo è portato a rispondere al male con altro male.
Imploro il dono dello Spirito Santo perché mi illumini nel leggere la vita e le sue situazioni? Lascio che la Parola orienti il mio agire?

Spirito Santo aiutami a compiere una buona azione in quella situazione faticosa, senza dirlo a nessuno.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: