La Gioia del Vangelo

calendar

venerdì 06 gennaio 2023

Epifania del Signore

image of day
Dal Vangelo secondo Matteo 2,1-12
Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: «Dov'è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». All'udire questo, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i capi dei sacerdoti e gli scribi del popolo, si informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Cristo. Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta: "E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero l'ultima delle città principali di Giuda: da te infatti uscirà un capo che sarà il pastore del mio popolo, Israele"». Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire da loro con esattezza il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme dicendo: «Andate e informatevi accuratamente sul bambino e, quando l'avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch'io venga ad adorarlo». Udito il re, essi partirono. Ed ecco, la stella, che avevano visto spuntare, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un'altra strada fecero ritorno al loro paese.
Commento
In questo brano di Vangelo abbiamo un dato storico che colloca la reale nascita di Gesù: nato a Betlemme al tempo di re Erode. I magi si sono messi in cammino per adorare un volto, quello della salvezza per gli uomini. L’appuntamento è dato a tutti, anche noi possiamo fare come i magi che appena saputo della stella si sono messi in cammino prontamente senza indugio. Non permettiamo che paure, ansie, ansia di controllo ci impediscano di arrivare puntuali a questo appuntamento con il Signore. Paradossale è che Gesù nasca ed Erode e tutta Gerusalemme siano turbati: probabilmente temono che il loro potere temporale (materiale) possa correre dei rischi. C’è scritto che “al vedere la stella i magi provarono una gioia grandissima”: è quello che accadrà anche ad ognuno di noi quando chiuderemo gli occhi in questa vita terrena per spalancarli un istante dopo a quella eterna, vedendo finalmente con quella gioia grande e con stupore il volto del Signore. Egli si fa trovare da chi ha il cuore sincero, come infatti è avvenuto per i magi, mentre per Erode e per chi ha un cuore torbido non si fa trovare.

Oggi mi impegnerò a cercare il volto del Signore negli atteggiamenti amorevoli delle persone che incontrerò.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: