La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 26 gennaio 2023

Santi Timoteo e Tito, vescovi

image of day
Dal Vangelo di Luca 10,1-9
In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi. Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada. In qualunque casa entriate, prima dite: "Pace a questa casa!". Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all'altra. Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: "È vicino a voi il regno di Dio"».
Commento
La Parola oggi ci ricorda che siamo inviati “davanti a Lui” in compagnia. Come consacrata vivo in una fraternità, dove la dimensione dell’essere “a due a due”, in compagnia di altre sorelle, è essenziale. Il nostro vivere insieme è un camminare condividendo la Parola, accogliendoci ogni giorno, rimanendo continuamente aperte alle diversità che caratterizzano ciascuna, andando oltre la tentazione di uniformarci. La fraternità per me è il luogo dove ogni sorella mi fa da specchio, è il terreno in cui sono chiamata a incarnare ogni giorno la Sua Parola. Camminare a “due a due” non è sempre facile, a volte vorrei dettare io la velocità del passo, invece la sorella ha un ritmo diverso; a volte vorrei andare in una direzione, prendere certe scelte, ma la sorella mi indica strade diverse che non avevo preso in considerazione o non preferirei; a volte vorrei camminare da sola, ma la sorella diventa un appello vitale all’apertura, all’uscire da me stessa. La Parola oggi ci invita a camminare insieme perché la “messe è abbondante”!
E’ bellissimo lo sguardo di Gesù sul mondo: è una messe abbondante pronta per il raccolto! Dentro gli eventi anche tragici che segnano la storia, dentro le fatiche a far germogliare speranza e fiducia, dentro tutto questo c’è una messe abbondante. L’annuncio della vicinanza e dell’amore di Dio Padre è per tutta l’umanità, ogni uomo è “terreno” per seminare la Sua Parola.

In questa giornata cerco di valorizzare la dimensione comunitaria condividendo con qualcuno quanto il Vangelo di oggi ha suscitato in me.
Ascolta il Vangelo del Giorno
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Servizio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: