La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 27 aprile 2023

Giovedì della III settimana di Pasqua

image of day
Dal Vangelo di Giovanni 6,44-51
In quel tempo, disse Gesù alla folla: «Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. Sta scritto nei profeti: "E tutti saranno istruiti da Dio". Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me. Non perché qualcuno abbia visto il Padre; solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna. Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia. Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».
Commento
Attirare: mi colpisce molto l’utilizzo di questo verbo. Papa Francesco diverse volte ha sottolineato che la Chiesa cresce per attrazione. Gesù stesso dice: “E io, quando sarò innalzato da terra, attirerò tutti a me”. Ma che cos’è questa attrazione? Con che cosa Dio ci attira? E io, da cosa mi lascio attrarre? Siamo così sviati dalle immagini di attrazione con le quali quotidianamente i media invadono i nostri occhi, da sviarci dalla vera bellezza racchiusa in questo termine.
Penso al discernimento che mi ha portata a rispondere con il dono della mia vita all’amore di Dio: mi è tanto caro il versetto del profeta Osea che dice “la attirerò a me, la condurrò nel deserto e parlerò al suo cuore”. Sì, penso che quell’attrazione che ho sentito forte nel cuore è arrivata a me attraverso lo stupore per la bellezza di Gesù, capace di amarmi come nessuno mai, di far risplendere quella scintilla divina posta nel mio cuore. Quell’attrazione che mi chiede ogni giorno di nutrirmi di Gesù e della Sua Parola, Lui “pane di vita, disceso dal cielo”, capace di donarmi la vita eterna.
Ma io di cosa alimento la mia vita? Se mi nutro di bellezza, di profondità, di buona notizia del Vangelo, allora avrò in cuore notizie buone per chi mi incontra e miei occhi saranno capaci di vedere e di riconoscere la bellezza in ciò che mi accade e in chiunque incontro. Se mi nutro di Cristo, Lui mi trasforma in sé, rendendomi capace di amare come Lui ama.
Ma se mi nutro di egoismo, di intolleranza, di insensatezza del vivere, di pensieri negativi, allora questo cibo mi trasformerà poco a poco a sua immagine.

Vieni Spirito Santo, attirami a Gesù e fa che nel mio cresca sempre più il desiderio di nutrirmi di Lui.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


cuore,signore

Marco 4, 26-34

by Primo Annuncio
padre,pazienza

Matteo 13,31-35

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: