La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 08 febbraio 2024

Giovedì della V settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo di Marco 7,24-30
In quel tempo, Gesù andò nella regione di Tiro. Entrato in una casa, non voleva che alcuno lo sapesse, ma non poté restare nascosto. Una donna, la cui figlioletta era posseduta da uno spirito impuro, appena seppe di lui, andò e si gettò ai suoi piedi. Questa donna era di lingua greca e di origine siro-fenicia. Ella lo supplicava di scacciare il demonio da sua figlia. Ed egli le rispondeva: «Lascia prima che si sazino i figli, perché non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». Ma lei gli replicò: «Signore, anche i cagnolini sotto la tavola mangiano le briciole dei figli». Allora le disse: «Per questa tua parola, va’: il demonio è uscito da tua figlia». Tornata a casa sua, trovò la bambina coricata sul letto e il demonio se n’era andato.
Commento
Quando leggo questo brano trovo Gesù impertinente verso la donna, quasi la discrimina, come a dire: “Di me non ti importa, vuoi solo un miracolo. Lascia che mi occupi prima di chi veramente crede in me!". Proprio come quando noi ci rivolgiamo a Dio solo nel momento del bisogno. La reazione della donna è comunque quella di avvicinarsi, insistente. Mi chiedo: ma le sarà importato davvero di Gesù? O voleva solo un miracolo e basta? È sempre disarmante Gesù con i suoi modi provocanti, quasi incomprensibili ai nostri modi di agire, spesso superficiali; Lui ci spinge più in profondità, spezza gli stereotipi. Così è con quella donna, è duro perché ama, provoca perché vuole davvero portare alla fede la donna pagana. E noi, come avremmo reagito? Lei si guarda dentro, analizza il suo atteggiamento e capisce, rispondendo: “Signore, hai ragione, ma dammi almeno le briciole". E il Signore sorride: ora la donna è pronta a credere e la esaudisce. L’atteggiamento della donna mostra un nuovo orizzonte nella vita di Gesù. Grazie a lei, scopre meglio il progetto del Padre che è per tutti e non solo per qualcuno. Oggi il Signore chiede anche a me: “ma qual è la tua apertura oggi? nella tua famiglia e nella tua comunità? Sai davvero andare oltre alle diversità di cultura, di religione? Cosa fai per vivere in pace con persone di altre chiese o che sono lontane da Dio?".

Oggi prego il Signore così: Signore aiutami a guardarmi dentro e a capire quando mi rivolgo a te non come un amico e un padre, ma come qualcuno da convincere. Tienimi vicino, soprattutto quando non riesco, perché sono chiuso a chi è diverso da me.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


giuseppe,cuore

Luca 6,6-11

by Primo Annuncio
perch,sana

Matteo 1, 16.18-21.24a

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: