La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 20 giugno 2024

Giovedì della XI settimana del Tempo Ordinario

image of day
Dal Vangelo di Matteo 6,7-15
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Pregando, non sprecate parole come i pagani: essi credono di venire ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate. Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non abbandonarci alla tentazione, ma liberaci dal male. Se voi infatti perdonerete agli altri le loro colpe, il Padre vostro che è nei cieli perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonerete agli altri, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe».
Commento
Spirito Santo illumina la mia vita e apri il mio cuore perché io possa accoglierti.

Che invenzione il Padre nostro! E’ l’abc di ogni preghiera. Gesù non poteva consegnarci preghiera più bella. L’algoritmo infallibile di questa preghiera si cela dietro la prima parola: Padre. Gesù ci svela il volto di un Padre. Cambia tutto. La preghiera non è fatta più di parole, ma di sguardi, di fiducia, di un intimo rapporto con il Padre. Se Dio è Padre serve l’essere figli, prendere consapevolezza di essere figli amati, desiderati fortemente, voluti da un Dio che è Padre. Il Padre Nostro è la mia e nostra ancora di salvezza in ogni difficoltà. Nel deserto, nel silenzio riscopriamo il valore e il dono della preghiera. Questa preghiera, giorno per giorno, cambia il nostro modo di vedere la vita.
Faccio fatica a pregare tutti i giorni con costanza, anche dopo molti anni di tentativi e di esperienza, anche se mi sento una discepola navigata. Ritagliarmi una routine quotidiana che metta la preghiera al centro è faticoso e anche faticoso ammettere la mia incapacità di mettere la preghiera e Dio al primo posto nella mia via. Se metto Dio e la preghiera al primo posto, imparo a chiedere al Signore di insegnarmi a pregare.
So farlo, affidando a lui ogni fatica e ogni fallimento?

Oggi in ogni momento di difficoltà mi affido al Padre recitando il Padre.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


cuore,orecchie

Matteo 13,47-53

by Primo Annuncio
possibilit,reti

Marco 12,28b-34

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: