La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 12 ottobre 2023

Giovedì della XXVII settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo di Luca 11,5-13
In quel tempo, Gesù disse ai discepoli: «Se uno di voi ha un amico e a mezzanotte va da lui a dirgli: “Amico, prestami tre pani, perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da offrirgli”; e se quello dall’interno gli risponde: “Non m’importunare, la porta è già chiusa, io e i miei bambini siamo a letto, non posso alzarmi per darti i pani”, vi dico che, anche se non si alzerà a darglieli perché è suo amico, almeno per la sua invadenza si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono. Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto. Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!».
Commento
Dio regala solo cose buone. Anche se noi gli chiediamo di tutto, Lui sa cosa ci serve e ce lo da sempre. Perciò l'evangelista dice che Dio è Padre e non dona scorpioni se il figlio gli chiede un uovo. Quante volte non riusciamo ad avere fiducia in Dio che vuole il nostro bene. Infatti, a volte il Bene può essere una piccola umiliazione o un momento in cui siamo chiamati a sopportare con pazienza. Proprio in quei momenti, il Vangelo di oggi ci incoraggia ad avere fiducia e ad essere perfino lieti, perché Dio che è buono sa di cosa abbiamo bisogno e non può lasciarci in balia del male. Egli infatti trasforma il male in bene. Il modo ce l'ha mostrato attraverso la vita di Suo Figlio. La Passione infatti è una parte della Pasqua, del passaggio che porta alla Risurrezione, alla vita nuova. Allora se riflettiamo sul nostro passato, ogni volta che abbiamo deciso fermamente di non arrenderci, abbiamo ricevuto una risposta da Dio. Almeno questa è stata la mia esperienza. Invece di cedere alla preoccupazione, all'amarezza, quando ho stretto i denti e mi sono fidato del Signore, le difficoltà sono passate. Insomma, cerco di affrontare la vita sapendo che Qualcuno si prende cura di me, sapendo che la mia storia è nelle mani del Padre.

Sono convinto che Dio è con me in ogni situazione?

Vieni Spirito santo, rendimi forte e coraggioso.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


testimonianza,dottori

Matteo 1,18-24

by Primo Annuncio
giuseppe,perch

Luca 11,47-54

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: