La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 16 novembre 2023

Giovedì della XXXII settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo di Luca 17,20-25
In quel tempo, i farisei domandarono a Gesù: «Quando verrà il regno di Dio?». Egli rispose loro: «Il regno di Dio non viene in modo da attirare l’attenzione, e nessuno dirà: “Eccolo qui”, oppure: “Eccolo là”. Perché, ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi!». Disse poi ai discepoli: «Verranno giorni in cui desidererete vedere anche uno solo dei giorni del Figlio dell’uomo, ma non lo vedrete. Vi diranno: “Eccolo là”, oppure: “Eccolo qui”; non andateci, non seguiteli. Perché come la folgore, guizzando, brilla da un capo all’altro del cielo, così sarà il Figlio dell’uomo nel suo giorno. Ma prima è necessario che egli soffra molto e venga rifiutato da questa generazione».
Commento
Tutti vorremmo sapere con precisione quando verrà il Regno di Dio, sapere le coordinate giuste del quando accadrà. Ciò può far scattare in noi un immaginario che puntualmente Dio delude. Le cose che ci aspettano non sono mai come ce le immaginiamo. Vorremmo che la vita avesse delle certezze, siamo alla ricerca di sicurezze, perché non ci fidiamo di Dio che guida la storia.
La venuta del Regno di Dio è già iniziata, ma non per spaventarci: è già in mezzo a noi e cresce giorno per giorno, anche se spesso ci sembra il contrario. Quante volte valutiamo l’opera di Dio secondo i nostri canoni e non quelli del Vangelo?
Ci sono giorni nei quali ci sembra di aver fallito, di aver faticato per nulla. È proprio quando non sentiamo Dio che il Suo Regno cresce più in fretta. La preghiera fatta nella desolazione è quella più feconda. Non perdiamo tempo alla ricerca dei miracoli, vogliamo prepararci al meglio per la fine del mondo? Facciamo il bene "oggi" ma non preoccupiamoci del domani. Amiamo Dio e il fratello che abbiamo accanto, chiediamo oggi il perdono del male commesso. Nel Vangelo si parla della Croce: dobbiamo meditare sulla morte di Cristo, è dalla croce che il Regno di Dio si propaga lentamente, silenziosamente, in tutto il mondo, in tutta la storia.

Oggi più volte prego così: Signore donami di adoraTi crocefisso mentre mi ami, nonostante tutto.
Spirito Santo, fa' che io possa accogliere il Regno di Dio come Amore infinito di Dio che perdona.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


incontro,viene

Giovanni 21,1-14

by Primo Annuncio
persona,discepoli

Marco 6,53-56

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: