La Gioia del Vangelo

calendar

domenica 21 gennaio 2024

III domenica del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo di Marco 1,14-20
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo». Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, mentre anch'essi nella barca riparavano le reti. Subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedèo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui.
Commento
Nella vita di ciascuno di noi, se ci fermiamo a pensare, troveremo quei momenti segnati da un dopo che ha determinato un’ora e ci ha aperto al futuro. Spesso i fatti dopo i quali si aprono nuove strade sono momenti duri, a volte dolorosi, di scelte difficili ma che sanno trasformarsi in germi di novità. Così accade nel Vangelo di oggi, dopo la tragica fine di Giovanni Battista entra in scena Gesù stesso che nella sua persona, nella sua parola annuncia l’avvicinarsi del Regno di Dio all’uomo. È Lui il Regno di Dio, Lui è il Re. Se voglio aver parte in questo regno devo sottomettermi alla Sua parola. Proprio oggi in cui celebriamo la domenica della Parola, il Vangelo mi ricorda che sono discepolo di Gesù quando mi svuoto delle mie parole, quando non temo di perdere le ragioni e so accogliere nella vita quella parola del Maestro che coinvolge e trascina, senza ripensamenti o paure. Non ci sono ritardi nella pienezza del tempo e ora, dal momento in cui Lui è giunto, non c’è nulla di più da aspettare. Gesù ci raggiunge nelle abituali quotidianità chiedendoci di affidarci a Lui. Se sapremo porci in Suo ascolto allora tutto si rinnova, si trasforma. Quei fratelli diventano nuovi pescatori, danno fiducia a Gesù, le loro reti, le loro barche valgono meno di Lui. Oggi è quanto mai difficile mettere il Signore al primo posto nella vita. Magari è importante ma non il primo, eppure con le Sue parole Gesù esige di far contare questa unicità. Nell’uso del tempo, del denaro, dei beni, nelle relazioni, nelle scelte di vita, nell’aiutare gli altri a riscoprirLo presente ci chiede di andare dietro a Lui.

Oggi voglio prendermi un breve momento per mettermi in ascolto della Parola e chiedermi in che modo Gesù mi indica di andare dietro a Lui, di seguire il Suo esempio.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


bambino,accoglie

Giovanni 16,29-33

by Primo Annuncio
padre,fede

Luca 9,46-50

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: