La Gioia del Vangelo

calendar

lunedì 04 dicembre 2023

Lunedì della I settimana di Avvento

image of day
Dal Vangelo di Matteo 8,5-11
In quel tempo, entrato Gesù in Cafàrnao, gli venne incontro un centurione che lo scongiurava e diceva: «Signore, il mio servo è in casa, a letto, paralizzato e soffre terribilmente». Gli disse: «Verrò e lo guarirò». Ma il centurione rispose: «Signore, io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto, ma di’ soltanto una parola e il mio servo sarà guarito. Pur essendo anch’io un subalterno, ho dei soldati sotto di me e dico a uno: “Va’!”, ed egli va; e a un altro: “Vieni!”, ed egli viene; e al mio servo: “Fa’ questo!”, ed egli lo fa». Ascoltandolo, Gesù si meravigliò e disse a quelli che lo seguivano: «In verità io vi dico, in Israele non ho trovato nessuno con una fede così grande! Ora io vi dico che molti verranno dall’oriente e dall’occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe nel regno dei cieli».
Commento
La fede del centurione è la fede di chi sa vedere oltre le apparenze. In quanto membro dell'esercito romano ha potere sugli ebrei e quindi anche su Gesù. Eppure si è voluto fidare del Maestro di cui aveva sentito parlare. Non si è fermato davanti alle apparenze e alle divisioni che il mondo imponeva tra lui e Gesù. Egli chiede con umiltà che il suo servo sia guarito. E Gesù loda la fede di quest'uomo che si manifesta nella compassione verso il servo paralizzato, nell'umiltà del saper chiedere aiuto, nel riconoscimento dell'autorità di Gesù. Infatti, il centurione giustifica la sua richiesta con un esempio di autorità quando dice che anche lui ha dei servi che agiscono seguendo i suoi ordini. E quindi si rivolge a Gesù sapendo che la sua parola si realizzerà.
La fede del centurione viene definita superiore a quella del popolo di Israele: Gesù dice ai suoi discepoli di non aver trovato nessuno con una fede così grande nel popolo eletto. Il brano si conclude con una profezia: molti verranno dall'oriente e dall'occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe nel regno dei cieli. Questa immagine commovente è l'annuncio delle promesse fatte al popolo di Israele che attraverso Gesù sono rivolte anche agli altri popoli. Come il centurione romano, molti altri avranno accesso alla salvezza pur non essendo ebrei.
Io ho la fede del centurione?

Spirito Santo, aiutami a rivolgermi con fiducia a Gesù!
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


padre,pregare

Marco 12,18-27

by Primo Annuncio
risurrezione,nuova

Luca 11,1-4

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: