La Gioia del Vangelo

calendar

lunedì 26 febbraio 2024

Lunedì della II settimana di Quaresima

image of day
Dal Vangelo di Luca 6,36-38
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso. Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati. Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio».
Commento
Signore Gesù, invia il tuo Spirito,
perché ci aiuti ad avere lo sguardo e la capacità di ascolto dei discepoli di Emmaus.

Santa Chiara usava chiamare Gesù in una maniera particolare: “speculum”, lo specchio dell’uomo. Mi piace pensare che questo specchio abbia due significati. Prima di tutto Gesù è specchio della misericordia che mi porta a sapere amare le persone soprattutto nella loro miseria. Gesù è il primo che non giudica, non condanna e alla fine perdona. Infatti tutti sono bravi ad amare la parte migliore di qualcuno, ma la grande sfida dell’amore è sapere amare il buio dell’altro, la sua fatica, la sua diversità, la sua fallibilità. Il contrario dello sguardo di misericordia è lo sguardo giudicante: molto spesso ciò che blocca la nostra vita è sentirci guardati con giudizio, come costanti errori da aggiustare. Solo quando perdoniamo si rompe la spirale di odio e buio che inghiotte la nostra vita nell’infelicità. Secondo significato è che, guardando Gesù, vediamo chi siamo noi in profondità: il volto dell’uomo rinnovato dal dono di sé. Coloro che sentono i vuoti della vita e le ferite della propria storia, tendono a voler riempire i propri vuoti e ripiegarsi sulle proprie ferite, ma l’unica cosa che ci guarisce è “donare”, non riempire; accorgerci degli altri più che ripiegarci su noi stessi.
Quand’è stata l’ultima volta che ho fatto fatica a perdonare, a mandar giù qualcosa?

Mi impegno a non giudicare e a donare il mio aiuto a chi ne ha bisogno.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


cuore,dellamore

Luca 12,39-48

by Primo Annuncio
perch,potremmo

Luca 12,49-53

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: