La Gioia del Vangelo

calendar

lunedì 22 gennaio 2024

Lunedì della III settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo di Marco 3,22-30
In quel tempo, gli scribi, che erano scesi da Gerusalemme, dicevano: «Costui è posseduto da Beelzebùl e scaccia i demòni per mezzo del capo dei demòni». Ma egli li chiamò e con parabole diceva loro: «Come può Satana scacciare Satana? Se un regno è diviso in se stesso, quel regno non potrà restare in piedi; se una casa è divisa in se stessa, quella casa non potrà restare in piedi. Anche Satana, se si ribella contro se stesso ed è diviso, non può restare in piedi, ma è finito. Nessuno può entrare nella casa di un uomo forte e rapire i suoi beni, se prima non lo lega. Soltanto allora potrà saccheggiargli la casa. In verità io vi dico: tutto sarà perdonato ai figli degli uomini, i peccati e anche tutte le bestemmie che diranno; ma chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo non sarà perdonato in eterno: è reo di colpa eterna». Poiché dicevano: «È posseduto da uno spirito impuro».
Commento
Questa pagina di Vangelo mette in luce un aspetto particolare della nostra vita, che è il tema della menzogna, della calunnia, della falsità, della bugia…e credo non riguardi solo gli scribi che calunniano Gesù, ma ci tocchi tutti da vicino. Più volte infatti Gesù ci invita a stare lontani dall’ipocrisia, dalla falsità, e più precisamente, mi viene da pensare: perché ci capita di mentire? Di dire una falsità verso qualcuno o verso noi stessi? Di nascondere e nasconderci alcune verità? Senza avere la pretesa di una risposta unica che racchiuda tutto, penso forse per paura, per vergogna, per mancanza di libertà, o ancora per la lontananza da una sorgente vera, perché siamo distratti e distanti dalla verità per eccellenza.
Qualche giorno fa riflettevo sul fatto che più siamo attenti alla bellezza che ci circonda e ci alleniamo a coglierla con attenzione nei piccoli dettagli della natura, della vita e degli uomini, più diventiamo persone belle…e così mi sembra possa essere per la Verità. Più ci avviciniamo ad essa e la cerchiamo dentro e fuori di noi, nelle relazioni, nelle nostre azioni, nelle parole ascoltate e pronunciate, più diventiamo persone vere e capaci di amore e di donazione. Quando sento che qualcosa non è vera, questo mi fa tanto male. E Gesù mi ripete che Lui non può essere male, perché in Lui è la bellezza e la verità. Circondiamoci di questa verità, di questa presenza bella e vera, e diverremo uomini che riescono a stare in piedi!

Spirito Santo, poni nel mio cuore il desiderio della ricerca di ciò che è vero, bello e buono. Rendimi persona autentica.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


regno,discepoli

Matteo 5,20-26

by Primo Annuncio
perch,relazioni

Luca 10,1-9

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: