La Gioia del Vangelo

calendar

lunedì 08 marzo 2021

Lunedì della III settimana di Quaresima

image of day
Dal Vangelo secondo Luca 4,24-30
In quel tempo, Gesù [cominciò a dire nella sinagoga a Nàzaret:] «In verità io vi dico: nessun profeta è bene accetto nella sua patria. Anzi, in verità io vi dico: c’erano molte vedove in Israele al tempo di Elìa, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese; ma a nessuna di esse fu mandato Elìa, se non a una vedova a Sarèpta di Sidóne. C’erano molti lebbrosi in Israele al tempo del profeta Elisèo; ma nessuno di loro fu purificato, se non Naamàn, il Siro». All’udire queste cose, tutti nella sinagoga si riempirono di sdegno. Si alzarono e lo cacciarono fuori della città e lo condussero fin sul ciglio del monte, sul quale era costruita la loro città, per gettarlo giù. Ma egli, passando in mezzo a loro, si mise in cammino.
Commento
Appena ho ascoltato questo brano, ho sentito il dovere di difendere Gesù, spinto addirittura sul precipizio dall'ipocrisia e della falsità del cuore di quei credenti che affollavano la sinagoga. Ed ho provato sdegno nei confronti di questi che credono di ascoltare e conoscere la parola di Dio annunciata dai profeti mentre hanno lì, in carne ed ossa, Gesù e lo disprezzano al punto da volerlo far fuori. Poi mentre la Parola mi risuonava in profondità, mi sono accorta che sono anch'io spesso così: credo di conoscere già quello che Dio vuole dire alla mia vita e di sentirmi apposto nel mio starci dentro tra preghiera e partecipazione alla Santa Messa, ma a pensarci bene, tante volte zittisco la verità che Gesù dice al mio cuore: per esempio quando sono in conflitto con qualcuno e non voglio sentire parlare di perdono. O quando si tratta di dare un po’ di me stessa nella relazione con gli altri impegnandomi concretamente e gratuitamente in casa, sul lavoro, nella comunità, anche se non ci guadagno nulla e non mi sento abbastanza apprezzata... 
Ma che meraviglia vedere che Gesù non ha paura di arrivare fino in fondo alla mia meschinità e ipocrisia e che ci passa in mezzo aprendo una strada nuova.
Sono pronta a lasciarmi raggiungere da Gesù fino al precipizio del monte dell'Io e seguirlo sulla strada di Dio?

Oggi nella preghiera consegno con verità a Gesù quella ipocrisia che conosco molto bene, ma che non voglio ammettere.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


testimonianza,luce

Matteo 5,13-16

by Primo Annuncio
luce,sale

Giovanni 5,31-47

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: