La Gioia del Vangelo

calendar

lunedì 10 giugno 2024

Lunedì della X settimana del Tempo Ordinario

image of day
Dal Vangelo di Matteo 5,1-12a
In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti, perché avranno in eredità la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati per la giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».
Commento
Spirito Santo invadi l’intimo del cuore e donami sollievo, riparo e conforto tu che sei il Consolatore perfetto!

Lo ammetto: ogni volta che mi ritrovo a leggere e meditare questo passo del Vangelo ho difficoltà a coglierne fino in fondo il messaggio, mi appare come una contraddizione: come si può essere beati e quindi felici se si vivono condizioni di emarginazione, povertà, tristezza e persecuzione?
Mi sembra impossibile e forse lo è ad occhio umano, ma le vie e i pensieri di Dio sono diversi e lontani dai nostri ragionamenti. Forse allora anche la verità è un’altra: la vera felicità non è quella che crediamo, quella libera dai problemi, piuttosto quella della pace nel cuore, della gioia di vivere e del riuscire a provare entusiasmo nella quotidianità e persino nel tran tran giornaliero, anzi nonostante i problemi e le tristezze a cui inevitabilmente andiamo incontro nel cammino di vita.
Se ci rifletto ancora mi trovo emozionata e riesco a scorgere la grande dichiarazione d’amore di Gesù fatta a ciascuno di noi: "Coraggio figlio mio, fidati del mio Amore, lascia a me i tuoi problemi e le tue tristezze e ti donerò conforto, consolazione e gioia, quella che il mondo non potrà mai darti!".
Penso ai miei problemi come definitivi o riesco ad affidarli a Dio?

Oggi di fronte ad un nodo problematico nella mia vita lo affido a Dio e dico con tutto il cuore “Gesù confido in te”.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


paura,presenza

Marco 8,1-10

by Primo Annuncio
signore,cuore

Matteo 14,22-33

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: