La Gioia del Vangelo

calendar

mercoledì 10 aprile 2024

Mercoledì della II settimana di Pasqua

image of day
Dal Vangelo di Giovanni 3,16-21
In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo: «Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio. E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce, perché le loro opere erano malvagie. Chiunque infatti fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano riprovate. Invece chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio».
Commento
Vieni, Santo Spirito, manda a noi dal cielo, un raggio della tua luce.

Voglio dividere il mio commento in tre parti.
La prima è: "Ritrovare la luce".
Succede a volte di sentirsi disorientati, come in un labirinto al buio. Sai che c'è una via d'uscita ma non sai dove cercarla. E allora puoi fare solo due cose: continuare a camminare alla cieca, o fermarti e attendere che qualcuno trovi te. Ed io, nell'inverno della mia fede, scelsi di fermarmi. Finché una sera, un'amica mi chiese di accompagnarla a Messa. Entrando nella casa del Signore, invitato ed accompagnato da qualcuno, avevo finalmente ritrovato la Luce.
La seconda parte è: "Brillare di luce propria".
Mi vengono in mente quegli adesivi fosforescenti che da piccolo tappezzavano l'armadio della mia cameretta. Ricordo che prima di andare a letto, puntavo la lampada, di modo che continuassero ad emettere luce il tempo necessario ad addormentarmi.
Come per quegli adesivi, per brillare di luce propria, abbiamo bisogno prima di riceverla. L'incontro quotidiano con Gesù, ci permette di continuare a brillare e irradiare gli altri.
La terza parte è: "Vivere nella Luce".
Una serie di esperienze e testimonianze che porto nel cuore, in primis "La luce nella notte", mi ha insegnato in questi anni a trasmettere e sprigionare questa Luce nella vita di tutti i giorni.
Ed è ciò che auguro anche a te che stai leggendo questo commento: cerca, brilla e vivi nella Luce di Dio. È davvero impossibile?

Oggi provo a farmi portatore di Luce nella vita di qualcuno che è in difficoltà.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


chiede,perch

Luca 5,33-39

by Primo Annuncio
messaggio,cose

Matteo 9,27-31

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: