La Gioia del Vangelo

calendar

mercoledì 15 marzo 2023

Mercoledì della III settimana di Quaresima

image of day
Dal Vangelo di Matteo 5,17-19
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli».
Commento
La Legge e i Profeti trovano compimento nella persona di Gesù, in Lui la parola è gravida di spirito e vita. "Le tue parole Signore sono spirito e vita", così leggiamo all’acclamazione al Vangelo. Nella mia quotidianità sono interpellata a fare delle scelte, a volte piccole a volte più impegnative, scelte che riguardano me o anche altri che mi sono affidati e con cui cammino. La Legge è punto di riferimento per fare scelte, per discernere, per vivere nel quotidiano la concretezza della fede. Trasgredire od osservare la Legge e i Profeti va proprio a toccare la relazione con il Signore. “Quale grande nazione ha gli dèi così vicini a sé, come il Signore, nostro Dio è vicino a noi ogni volta che lo invochiamo?” (Dt 4), annuncia il deuteronomio nella prima lettura. La Legge è spirito e vita perché il nostro Dio è il Dio Vivente e Vicino. Trasgredire od osservare è quindi una questione vitale: scelgo o non scelgo ciò che è vitale, mi oriento o no verso ciò che come un fuoco brucia in me e mi accende di vita. Se le parole del Signore sono spirito e vita, anche la Legge e i Profeti hanno in sé una potenza vitale che mi rende “grande”. Non nel senso della vuota appariscenza, dello sterile perfezionismo, della fredda osservanza, ma della grandezza del Vangelo, di Gesù che si fa servo, che come chicco di grano marcisce per dare vita, che sceglie la consegna di sé.

Spirito Santo accendi in me il desiderio e la volontà di seguire la Legge perché oggi il mio cuore si converta al Signore.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


fede,perch

Matteo 8,18-22

by Primo Annuncio
viaggio,bolla

Giovanni 19,38-42

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: