La Gioia del Vangelo

calendar

mercoledì 10 febbraio 2021

Mercoledì della V settimana del Tempo Ordinario

image of day
Dal Vangelo secondo Marco 7,14-23
In quel tempo, Gesù, chiamata di nuovo la folla, diceva loro: «Ascoltatemi tutti e comprendete bene! Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa renderlo impuro. Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro». Quando entrò in una casa, lontano dalla folla, i suoi discepoli lo interrogavano sulla parabola. E disse loro: «Così neanche voi siete capaci di comprendere? Non capite che tutto ciò che entra nell’uomo dal di fuori non può renderlo impuro, perché non gli entra nel cuore ma nel ventre e va nella fogna?». Così rendeva puri tutti gli alimenti. E diceva: «Ciò che esce dall’uomo è quello che rende impuro l’uomo. Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono i propositi di male: impurità, furti, omicidi, adultèri, avidità, malvagità, inganno, dissolutezza, invidia, calunnia, superbia, stoltezza. Tutte queste cose cattive vengono fuori dall’interno e rendono impuro l’uomo».
Commento
Invidia, superbia, stoltezza, rabbia, indifferenza… Soprattutto in questo tempo, non è sempre facile riuscire a vivere una vita feconda, semplice, aperta, piena di legami buoni e che non sia chiusa in se stessa. Quante cose cattive escono a volte dal mio cuore e mi contaminano, ma spesso non me ne rendo nemmeno conto, probabilmente sopraffatto dallo stress, dalla fretta, dagli impegni, da continui input di una vita mondana che fa del potere, dell’esteriorità e dell'apparenza i principali elementi.
Dio invece guarda sempre e solo il mio cuore, e questo mi deve insegnare. Come il tabernacolo custodisce il corpo di Gesù, così il mio cuore deve essere puro per poter accogliere e custodire degnamente la Parola di Dio. Occorre che io possa rispondere all'invito di Gesù, di purificare il mio cuore dai cattivi pensieri, dalle indifferenze quotidiane, dalle mie mancanze commesse. Perché questo avvenga sento il bisogno di pregare, di purificarmi nella confessione e di far crescere una fede che a volte vacilla, e che può rinfrancarsi solamente attraverso una relazione costante con il Signore.

Oggi provo a ritagliarmi un po’ di tempo per un esame di coscienza personale che mi possa aiutare a migliorare qualche momento della mia vita quotidiana, qualche relazione, e che possa far rifiorire un cuore umile che non giudichi, ma che perdoni, e che si abbandoni davvero al Signore ritornando all'essenziale della vita, all'Amore.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


paura,festa

Matteo 28,8-15

by Primo Annuncio
timore,gioia

Matteo 28,8-15

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: