La Gioia del Vangelo

calendar

sabato 04 maggio 2024

Sabato della V settimana di Pasqua

image of day
Dal Vangelo di Giovanni 15,18-21
In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti io dal mondo, per questo il mondo vi odia. Ricordatevi della parola che io vi ho detto: "Un servo non è più grande del suo padrone". Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma faranno a voi tutto questo a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato».
Commento
Spirito Santo, aiutami a rimanere fedele a Gesù, nelle gioie ma anche nelle fatiche e nelle difficoltà.

Gesù ci avverte: non è comodo né facile essere suoi discepoli.
Perché allora stare alla sua sequela? Seguirlo ci porta ad essere nel mondo ma a non essere del mondo. Il dono della fede in Gesù ci porta ad essere di Dio, suoi figli, ad essere in un mondo a cui però non siamo destinati, perché siamo chiamati al divino.
Gesù ci sta dicendo che tutto quello che potremmo provare e di cui potremmo fare esperienza nel Suo nome, Lui lo ha già vissuto. Sicuramente essere suoi discepoli è impegnativo e ne è prova la sua stessa vita: Lui lo ha dimostrato con la croce.
Nel mondo della superficialità in cui ci vengono proposte cose o esperienze che ci faranno stare bene, che puntano al nostro benessere, al nostro piacere e all'apparire, il messaggio di Gesù va controcorrente. Lui ci dice la verità, ci mostra la via vera, non indora la pillola ma ci fa liberi da inutili bisogni.
Se siamo suoi discepoli incontreremo delle difficoltà, ma sicuramente troveremo il senso della vita ed il suo compimento.
Sono pronto a seguirlo e a vivere una vita profonda e piena?

Oggi leggo la storia di un/a santo/a che ha seguito Gesù, subendo anche gravi conseguenze "a causa del Suo nome", ma che gli é rimasto/a fino alla fine.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


paura,riconoscere

Matteo 6,1-6.16-18

by Primo Annuncio
santo,amore

Giovanni 6,16-21

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: