Spesso, anche se non troppo ap... [continua]">

La Gioia del Vangelo

calendar

martedì 25 luglio 2023

San Giacomo apostolo

image of day
Dal Vangelo di Matteo 20,20-28
In quel tempo, si avvicinò a Gesù la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli e si prostrò per chiedergli qualcosa. Egli le disse: «Che cosa vuoi?». Gli rispose: «Di' che questi miei due figli siedano uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno». Rispose Gesù: «Voi non sapete quello che chiedete. Potete bere il calice che io sto per bere?». Gli dicono: «Lo possiamo». Ed egli disse loro: «Il mio calice, lo berrete; però sedere alla mia destra e alla mia sinistra non sta a me concederlo: è per coloro per i quali il Padre mio lo ha preparato». Gli altri dieci, avendo sentito, si sdegnarono con i due fratelli. Ma Gesù li chiamò a sé e disse: «Voi sapete che i governanti delle nazioni dominano su di esse e i capi le opprimono. Tra voi non sarà così; ma chi vuole diventare grande tra voi, sarà vostro servitore e chi vuole essere il primo tra voi, sarà vostro schiavo. Come il Figlio dell'uomo, che non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti».
Commento
"Voi non sapete quello che chiedete". Forse ha proprio ragione Lui, non sappiamo ciò che chiediamo.
Spesso, anche se non troppo apertamente magari, anteponiamo i nostri desideri, ambizioni, necessità a tutto il resto, anche a costo di sorpassare e calpestare l'altro vicino a noi.
Mi colpisce come questa mamma, forse troppo ingenuamente, assecondi il desiderio dei suoi figli; quella volontà di essere primi e privilegiati sul resto degli apostoli, su tutto e tutti.
Il desiderio di primeggiare provoca così rivalità, divisione, sdegno e gelosia.
Ma il primo posto di cui ci parla il Signore è tutto in salita, è una scalata fatta di umiltà, di servizio, mettendosi in ginocchio per amore, solo e soltanto per amore e con amore. Chi ha la forza di soffrire, di bere il calice amaro della fatica e del coraggio, avrà da Dio la forza di arrivare e stare al primo posto.
Cosa cerco nel rapporto con Dio e cosa chiedo nella preghiera? Come sono capace di accogliere la sofferenza che avviene nella vita, magari spesso contraria a ciò che chiedo nella preghiera?

Spirito Santo, aiutami a vivere nei nostri ambienti di vita con la consapevolezza che solo amando davvero si può servire con fede.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


segni,giornata

Giovanni 15,26-27; 16,12-15

by Primo Annuncio
spirito,verit

Luca 11,29-32

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: