La Gioia del Vangelo

calendar

giovedì 01 giugno 2023

San Giustino, martire

image of day
Dal Vangelo secondo Marco 10,46-52
In quel tempo, mentre Gesù partiva da Gèrico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timèo, Bartimèo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!». Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!». Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». Chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. Allora Gesù gli disse: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: «Va’, la tua fede ti ha salvato». E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada.
Commento
Questo brano è fatto di strade e di incontri... c'è tanta gente, caos, subbuglio. Gesù passa per di lì ma non tutti se ne accorgono, mentre il cieco lo avverte, lo sente, magari fiuta il profumo buono di quell'uomo e anche se non riesce a vederlo, lo cerca, lo chiama con tutta la sua forza. La gente attorno fa muro al suo grido, qualcuno lo zittisce quasi a vergognarsi di quanta mendicanza, povertà porta con sé, come se lui non fosse degno di quell'incontro.
Ma il cieco non s’arrende e grida più forte, come se fosse la sua battaglia in mezzo al buio e alla folla. È un ostinato bisognoso di amore e di luce e chiede a Gesù di potersi intrecciare con la sua vita, chiede salvezza!
Gesù lo sente e lo chiama a sé. Mi immagino l'emozione di quell'uomo che da terra si alza in piedi, getta il mantello, va verso di Lui anche grazie a chi gli è vicino ed è stato coinvolto da Gesù e che, mentre prima con diffidenza lo faceva tacere, ora lo incoraggia ad andare. Ecco cosa mi fa pensare il cieco Bartimèo: il coraggio di osare, il coraggio di difendere ciò in cui si crede. Quante volte nella mia vita non ho osato: né urlare per chiedere aiuto, né sostenere qualcuno di fragile e bisognoso di una carezza o di una parola. In mezzo ad una vita così frastagliata dove possiamo essere allo stesso tempo mendicanti e folla, cerchiamo di portare in dono queste parole: “Coraggio, alzati, ti chiama”.

Provo a riconoscere in cosa sono mendicante e chiedo a Gesù di illuminare con la Sua luce
quella parte buia del mio cuore che non ha il coraggio di osare, di agire, affinché Lui mi
guarisca.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


volont,maria

Luca 7,1-10

by Primo Annuncio
centurione,viene

Matteo 12,46-50

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: