La Gioia del Vangelo

calendar

martedì 14 maggio 2024

San Mattia, apostolo

image of day
Dal Vangelo di Giovanni 15,9-17
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l'ho fatto conoscere a voi. Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».
Commento
Spirito Santo, aiutami a comprendere ciò che dà veramente senso alla mia vita!

"Vi ho detto questo perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena." Gioia e gioia piena! Quanto bisogno abbiamo di gioia? Tanto e Gesù oggi ci ricorda che siamo stati scelti e predestinati ad un bene grande nella vita, ad una gioia grande e possibile adesso perché siamo amati, e perché chi ci ama non ci usa! Gesù è venuto a dirci e a dimostrarci che c’è un Dio che ha fatto di tutto perché la nostra gioia sia piena, ha fatto di tutto per tirarci fuori dal male, da ciò che rovina la nostra esistenza perché, diciamocelo chiaramente, il male fa male non solo a chi lo riceve, ma fa male anche a chi lo procura: il male ci rende brutti ai nostri stessi occhi perché noi siamo fatti per il bene. Ecco quindi l’invito centrale di Gesù: Rimanete nel mio amore! Se basta un raggio di sole per illuminare una giornata buia e piena di nubi, se basta un sorriso sincero per allargare il nostro cuore, quanto può fare in noi il ricordarci e prendere consapevolezza di questo Bene grande e gratuito che Dio riversa in noi e che nel nostro cuore è presente una scintilla inesauribile d’amore, che può innescare una reazione a catena sprigionando luce e frutti di bene? Non è forse stato così per i primi cristiani che venivano chiamati “illuminati”? Credo nel Suo amore per me oppure mi lascio trarre nell’inganno di chi mi vuol far vedere che non è vero? Come alimento il mio contatto con la sorgente dell’Amore?

Oggi sorrido alle persone che incontro pensando a quanto Dio le sta amando.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


vuole,aiuto

Marco 8,34-9,1

by Primo Annuncio
chiede,salita

Matteo 18,15-20

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: