La Gioia del Vangelo

calendar

sabato 29 aprile 2023

Santa Caterina da Siena

image of day
Dal Vangelo di Matteo 11,25-30
In quel tempo Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo. Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».
Commento
“Ti rendo lode Padre perché hai rivelato queste cose ai più piccoli”. Ma chi sono i piccoli a cui Gesù si rivolge? Di certo con “piccoli” non intende gli stolti! Secondo me, piuttosto, fa riferimento agli umili, ai poveri, a chi ha più bisogno, materialmente e spiritualmente. Mi ritengo molto fortunata perché nella vita penso di aver incontrato molti di questi “piccoli” a cui Gesù si rivela. Penso per esempio a quando ho vissuto cinque giorni per strada con i poveri nei pressi della stazione di Milano, condividendo con loro la quotidianità; penso alla semplicità, ma allo stesso tempo alla grandezza dell’esperienza che ho vissuto in Bolivia, in una zona povera materialmente, ma ricca di persone che si fanno piccole e che offrono il poco che hanno, o che ti aprono la porta di casa anche se per loro sei uno sconosciuto. Non so chi sarebbe disposto a far entrare un estraneo in casa e a servirgli un piatto caldo… io sicuramente farei molta fatica! E Gesù si rivolge proprio ai “piccoli”, agli umili, dando loro ristoro. Dice loro di caricarsi le spalle delle fatiche, delle debolezze, delle sofferenze e di non farsi schiacciare da queste; il giogo di Dio è infatti “dolce e il suo peso leggero”.

In questa giornata desidero farmi piccola, caricandomi delle difficoltà e fragilità che devo affrontare, mostrandomi umile e al servizio dell’altro.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio