La Gioia del Vangelo

calendar

domenica 11 giugno 2023

SS. Corpo e sangue di Cristo

image of day
Dal Vangelo di Giovanni 6,51-58
In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo». Allora i Giudei si misero a discutere aspramente fra loro: «Come può costui darci la sua carne da mangiare?». Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me. Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno».
Commento
A volte ci illudiamo di poter trovare Dio distaccandoci dalla realtà e dagli altri; di poter coltivare una relazione con Lui escludendo tutti coloro che ci stanno attorno. Ma il nostro rapporto con l’Eucarestia non dovrebbe essere individuale bensì comunitario. Vivere di Eucaristia significa infatti avere amore gli uni per gli altri proprio come Lui ci ha amato. Un unico Pane che ci rende una cosa sola.
Forse, quindi, dovremmo imparare a relazionarci di più con l’umanità concreta delle persone che Dio ci mette accanto per vivere l’amicizia con Lui, anche se non è sempre facile. Chiediamoci allora: quante volte durante la settimana ci capita di pregare insieme agli altri, in famiglia, con amici o conoscenti?
A tal proposito, ho di recente partecipato a una Conferenza a Londra assieme a migliaia di Cristiani provenienti da ogni parte del mondo. Persone con tradizioni, culture e lingue differenti ed appartenenti a generazioni diverse, ma unite nell'unica fede in Gesù Cristo. Abbiamo pregato, condiviso testimonianze, invocato lo Spirito Santo e ci siamo riuniti per celebrare l’Eucarestia. Ed è proprio questa unione, questo senso di comunità e di fraternità, che mi ha colpito nel profondo. Gesù ci dice oggi che attraverso la Sua carne e il Suo sangue possiamo riunirci in un solo Corpo. La partecipazione all’Eucaristia ci rende infatti una cosa sola: ci rende uno in Cristo.

Oggi voglio provare a coltivare relazioni buone con le persone che mi stanno accanto.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


slancio,giulia

Giovanni 3,1-8

by Primo Annuncio
signore,ascoltare

Matteo 11,25-30

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: