La Gioia del Vangelo

calendar

domenica 17 marzo 2024

V domenica di Quaresima

image of day
Dal Vangelo di Giovanni 12,20-33
In quel tempo, tra quelli che erano saliti per il culto durante la festa c'erano anche alcuni Greci. Questi si avvicinarono a Filippo, che era di Betsàida di Galilea, e gli domandarono: «Signore, vogliamo vedere Gesù». Filippo andò a dirlo ad Andrea, e poi Andrea e Filippo andarono a dirlo a Gesù. Gesù rispose loro: «È venuta l'ora che il Figlio dell'uomo sia glorificato. In verità, in verità io vi dico: se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna. Se uno mi vuole servire, mi segua, e dove sono io, là sarà anche il mio servitore. Se uno serve me, il Padre lo onorerà. Adesso l'anima mia è turbata; che cosa dirò? Padre, salvami da quest'ora? Ma proprio per questo sono giunto a quest'ora! Padre, glorifica il tuo nome». Venne allora una voce dal cielo: «L'ho glorificato e lo glorificherò ancora!». La folla, che era presente e aveva udito, diceva che era stato un tuono. Altri dicevano: «Un angelo gli ha parlato». Disse Gesù: «Questa voce non è venuta per me, ma per voi. Ora è il giudizio di questo mondo; ora il principe di questo mondo sarà gettato fuori. E io, quando sarò innalzato da terra, attirerò tutti a me». Diceva questo per indicare di quale morte doveva morire.
Commento
Invocazione allo Spirito Santo:
Vieni Santo Spirito prepara il terreno del nostro cuore, aiutaci ad accogliere quanto il Padre ci dona e ad offrire le nostre vite per il bene di tutti.

Un susseguirsi di bassi e alti. I greci vogliono vedere Gesù, quante volte anche io nei momenti cruciali dell'esistenza, quando la patina di superficialità viene rotta, sento riaffiorare in me il desiderio di vedere il Signore. Ma Gesù non può essere visto come un bel film che ad un certo punto spegni, se vuoi vederlo devi essere disposto a scendere, come il seme nella terra. E avere la pazienza di scegliere e riscegliere di stare con Lui, condividere con Lui la tua vita nel concreto come è concreta la terra.
E poi c’è l’alto, perchè non è possibile scendere in basso se prima non si è attirato verso l’alto. Gesù con il suo sacrificio ci ricorda che non c’è peccato, dolore, limite che possa allontanarci da Lui. Attratti da un amore così grande non saremo spaventati dalle nostre profondità perchè il suo Amore è una volta e per sempre senza confini ed è in grado di trasformare i nostri piccoli semi in piante alla cui ombra i nostri fratelli e le nostre sorelle possono trovare ristoro.

Oggi, dopo essermi preso cinque minuti di silenzio per contemplare l’Amore di Dio per me, provo a riallacciare i legami con una persona con cui non mi sento da tempo o con cui faccio fatica.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


lunit,prega

Matteo 17,1-9

by Primo Annuncio
serenit,pace

Giovanni 17,20-26

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: