La Gioia del Vangelo

calendar

venerdì 15 dicembre 2023

Venerdì della II settimana di Avvento

image of day
Dal Vangelo di Matteo 11,16-19
In quel tempo, Gesù disse alle folle: «A chi posso paragonare questa generazione? È simile a bambini che stanno seduti in piazza e, rivolti ai compagni, gridano: "Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non vi siete battuti il petto!". È venuto Giovanni, che non mangia e non beve, e dicono: È indemoniato. È venuto il Figlio dell'uomo, che mangia e beve, e dicono: Ecco, è un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori. Ma la sapienza è stata riconosciuta giusta per le opere che essa compie».
Commento
Che bello vedere i bambini giocare insieme con gioia! È triste incontrare un bimbo che si isola e non si fa coinvolgere in nessun modo.

Il Signore prende spunto da qui per dire alla sua generazione che non sa riconoscere la “musica” che Dio suona attraverso i suoi messaggeri, che sta tentando in tutti i modi di raggiungerli, ma pare non indovinare mai il “gioco” giusto. Oggi più che mai vediamo che dove l'indifferentismo religioso dilaga ognuno sembra ripiegato sulle proprie cose: affetti, affari e problemi. Ma nessuna delle cose di questo mondo riesce a corrispondere fino in fondo al desiderio di felicità che ci portiamo dentro.

E se si fa avanti la fatica di vivere, le ferite della sofferenza, se si sperimenta il peso della mancanza o il vuoto, c'è bisogno davvero di un sole interiore!

Non è forse la Sapienza di Dio che ci può svelare il male come male e il bene come bene e ci illumina nel viverne di conseguenza le opere? 

Accogliendo la possibilità di tornare alla Sorgente della vita e dell'amore l'esistenza acquista un colore e un sapore diverso, un gusto nuovo. 

In Lui a tua volta puoi diventare canale per far passare il Suo Amore come una fontana di acqua fresca da cui continua a sgorgare acqua: c'è chi la beve, chi la spreca, chi la sporca, chi la raccoglie e la porta a casa. Alla fontana non importa, essa continua a donare acqua, perché questa è la sua natura indipendentemente da come uno la usa.


Spirito Santo, aiutami ad accoglierti e a far verità in me perché, riempita di Te, realizzi ciò per cui sono stata creata.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


ristoro,giornate

Matteo 9,1-8

by Primo Annuncio
fede,mente

Matteo 11,28-30

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: