La Gioia del Vangelo

calendar

venerdì 12 maggio 2023

Venerdì della V settimana di Pasqua

image of day
Dal Vangelo di Giovanni 15,12-17
In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l'ho fatto conoscere a voi. Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».
Commento
Questo brano di Vangelo mi fa tornare alla mente un momento della mia vita in cui una persona mi aveva particolarmente ferito. Non era la prima volta e questa ferita mi faceva male, bruciava ma non solo, inspirava in me pensieri negativi, una rabbia forte, soprattutto
perché utilizzava una persona a me cara per ferirmi: non c’era certo perdono nel mio cuore. Questo sentimento non mi faceva bene, così mi sono rivolta a Gesù e ho detto: “Aiutami!”, ho preso il messalino e la pagina si è aperta sulla frase: “Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi”...mi hai lasciata senza parole! Sembra facile e Tu non parli di amici, nemici, conoscenti... Tu Gesù espandi a tutti il tuo amore indistintamente. Sono passati un po’ di anni e ci stò ancora lavorando, ma sono giunta alla consapevolezza che un cuore che sa perdonare veramente, che sa amare il fratello anche quando fa male, è un cuore che si libera dalla rabbia, dal rancore, dai cattivi pensieri, è un cuore che trova serenità. Solo dall’amore può nascere amore! Amando non è detto che cambi una situazione scomoda o una persona, ma la natura dell’amore cambia il tuo cuore, “perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga”; il seme dell’amore chiede i suoi tempi ma rimane per sempre. Una vita spesa per amore non viene dimenticata.

Spirito Santo infondi in me quella capacità di Amare veramente, perché solo l’amore vero sa risanare ciò che è spento, solo l’amore può liberare il mio cuore.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


vento,fede

Giovanni 20,1-9

by Primo Annuncio
brbrvideo,messaggio

Giovanni 3,7-15

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: