La Gioia del Vangelo

calendar

venerdì 16 febbraio 2024

Venerdì dopo le ceneri

image of day
Dal Vangelo di Matteo 9,14-15
In quel tempo, si avvicinarono a Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?». E Gesù disse loro: «Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno».
Commento
Vieni Spirito Santo,
fai ardere in me il desiderio di Dio
e il bisogno di nutrirmi della Sua Parola.

Mi è recentemente capitato, durante un incontro Alpha (un percorso di undici cene in cui si parla liberamente di vita, fede e significato) di ascoltare un giovane, che provocato dalla domanda: Cosa pensi di Gesù? ha condiviso la fatica ad avvertire differenza nella sua vita tra il vivere con Lui o senza di Lui.
Nella mia vita l’incontro con Gesù è stato così radicale da portarmi a scegliere di rispondere al Suo amore donandogli tutto di me stessa, fino a divenire Sua sposa nella consacrazione.
Ma mi capita di lasciarmi prendere dalla voracità di cose, relazioni, comportamenti, a volte persino dalla voracità di impegni in agenda, che rischiano di riempirmi di tanto superfluo, fino al rischio di non avvertire la fame di Dio, del Suo Amore, della Sua Parola.
Ecco perché allora l’invito al digiuno, occasione per sentire, per conoscere e moderare i nostri “appetiti” e orientarli a ciò che è veramente essenziale, a Dio e al Suo Amore.
Se non sento davvero che - utilizzando le parole di papa Francesco - “non è la stessa cosa aver conosciuto Gesù o non conoscerlo, non è la stessa cosa camminare con Lui o camminare a tentoni, non è la stessa cosa poterlo ascoltare o ignorare la sua Parola”, allora qualsiasi gesto di digiuno rischierebbe di essere sterile.
Al contrario, può diventare occasione per sperimentare che posso fare a meno di tante cose, ma non posso fare a meno di Te, Signore, perché sei il vero nutrimento della mia vita.
Avverto la presenza di Dio? Abita in me il desiderio della Sua presenza?

Oggi mi ritaglio uno spazio di silenzio durante il quale potermi mettere in ascolto di ciò che abita il mio cuore.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


giuseppe,maria

Luca 21,25-28.34-36

by Primo Annuncio
vangelo,signore

Matteo 1,18-24

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: