La Gioia del Vangelo

calendar

lunedì 18 dicembre 2023

Feria propria del 18 dicembre

image of day
Dal Vangelo di Matteo 1,18-24
Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa «Dio con noi». Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l'angelo del Signore e prese con sé la sua sposa.
Commento
La terza settimana di avvento si apre con la figura di Giuseppe, forse mai considerata abbastanza come Maria.

Eppure penso che abbiamo molto più da spartire con lui che con la Vergine Immacolata.

Me lo immagino, quest’uomo che come tutti si fa dei progetti: il lavoro, il fidanzamento, la casa, i figli. Tuttavia, quando finalmente viene il tempo di iniziare a vivere insieme, ecco l’imprevisto che disfa tutte le aspettative. Non è facile continuare ad essere persone giuste, quando la vita ti volta le spalle e ti manifesta il suo lato più ingiusto. Forse sa che nemmeno mettere in piazza una bella scenata contro la sua futura moglie, può dargli soddisfazione, sebbene sia previsto dalla legge. Anche perché lui Maria l’ama veramente. Poi l’intervento dell’angelo riporta un po’ di ordine nel caos di pensieri che affollano la notte insonne di Giuseppe. Ora tutto è un po’ più chiaro, tuttavia sembra comunque abbastanza assurdo. Vero che è stato Dio a rovinare i piani, ma sono pur sempre rovinati. Il nome Giuseppe, che significa “Dio accresce / aumenta”, può sembrare beffardo o forse, Dio nella vita infrange i nostri piccoli progetti perché ne ha in mente di più grandi. Giuseppe decide di fidarsi, risorge dal sonno, non fugge e si fa carico responsabilmente di ciò che la vita gli ha posto innanzi, come fanno i Santi. Oggi ripenso agli imprevisti che tuttavia hanno portato a cose più grandi.

Spirito del Signore ti chiedo la fede per comprendere meglio e affidarmi come S. Giuseppe.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


sguardo,occhi

Giovanni 12,1-11

by Primo Annuncio
perch,lamore

Marco 3,1-6

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: