La Gioia del Vangelo

calendar

lunedì 06 novembre 2023

Lunedì della XXXI settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo di Luca 14,12-14
In quel tempo, Gesù disse al capo dei farisei che l'aveva invitato: «Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici né i tuoi fratelli né i tuoi parenti né i ricchi vicini, perché a loro volta non ti invitino anch'essi e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti».
Commento
Mi è capitato di ascoltare persone durante l'organizzazione di un evento speciale, in particolare un matrimonio, e cogliere che la parte più critica è sempre la scelta degli invitati e le motivazioni sempre meno disinteressate: "questo lo devo invitare perché anche lui ha invitato me", "questo perché è amico di questi, se no si offende", "questo lo invito perché so che mi farà un bel regalo". Troppo spesso facciamo scelte dettate da tornaconto personale, rischiando di fare le cose non per vera gratuità.

Gesù mi ricorda che la tavola è un momento di comunione, di scambio generoso. E cosa c'è di più bello se non donare un momento di gioia a qualcuno che non ci può ricambiare!

Poveri, storpi, zoppi devono poter accedere alla nostra tavola, se ne sono esclusi la nostra non è una tavola secondo il Vangelo. Perché le tavole di Gesù erano imbandite di queste figure, anche l'Eucarestia che celebriamo se è aperta solo a quelli che si sentono degni e giusti ed esclude i poveri e i peccatori non è Eucarestia di Cristo, ma una "nostra eucaristia".

E se mi fermo ad ascoltare, a rivedere la mia di coscienza, proprio e sempre così degna di accostarmi e ricevere l'immenso dono gratuito del corpo di Gesù, probabilmente, fino in fondo non lo sono nemmeno io.

Quante volte mi sono trovata di fronte alla possibilità di accogliere, aiutare qualcuno che aveva bisogno di me e ho girato lo sguardo?

Vieni santo spirito, donami un cuore aperto generoso e disinteressato al bisogno dell' altro.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


farisei,legge

Giovanni 6,60-69

by Primo Annuncio
parola,andremo

Luca 6,1-5

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: