La Gioia del Vangelo

calendar

martedì 06 giugno 2023

Martedì della IX settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo di Marco 12,13-17
In quel tempo, mandarono da Gesù alcuni farisei ed erodiani, per coglierlo in fallo nel discorso. Vennero e gli dissero: «Maestro, sappiamo che sei veritiero e non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno, ma insegni la via di Dio secondo verità. È lecito o no pagare il tributo a Cesare? Lo dobbiamo dare, o no?». Ma egli, conoscendo la loro ipocrisia, disse loro: «Perché volete mettermi alla prova? Portatemi un denaro: voglio vederlo». Ed essi glielo portarono. Allora disse loro: «Questa immagine e l’iscrizione, di chi sono?». Gli risposero: «Di Cesare». Gesù disse loro: «Quello che è di Cesare rendetelo a Cesare, e quello che è di Dio, a Dio». E rimasero ammirati di lui.
Commento
In queste righe di oggi emerge più che mai l'originalità di Gesù. Lui non vuole schierarsi a livello politico o economico. A Lui sta a cuore l'uomo, ogni uomo, nessuno escluso. Quale libertà più grande di questa possiamo avere, nel pensare ad un Dio tanto vicino ad ognuno di noi? Chiedendo di vedere una moneta romana, mette i farisei di fronte alla realtà e invita loro a non sottrarsi ad alcuna responsabilità. Una responsabilità civile, certo, da bravi cittadini...ma ve n’è una ancora più grande, quella della fede. Una fede che non può essere confinata solo in alcuni ambiti della vita. Quante volte invece separiamo Dio dall'uomo, la terra dal Cielo. Gesù ci chiede di immergere la nostra fiducia in Lui, proprio là dove viviamo, là dove incrociamo gli occhi e la vita degli altri. Solo così abbiamo il meraviglioso dovere di essere uomini e donne di pace vera.

Spirito Santo, aiutaci a vivere con "il cielo negli occhi", affinché non dimentichiamo mai di rivolgere lo sguardo alla Tua Divina Misericordia.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


fede,invita

Marco 1,40-45

by Primo Annuncio
lebbroso,farsi

Giovanni 4,43-54

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: